La sagoma di un turista, ma potrebbe essere anche quella di un cittadino che conosce poco o nulla di Matera, che scruta intorno a una ”offerta” impacchettata dagli itinerari definiti. Di quelli da fare in due ore con i promoter e le guide abusive, che annunciano la prossima partenza di una visita della durata di due ore, con prezzi che oscillano dalle 15 ai 20 euro a testa, alla scoperta di chiese rupestri, case contadine, degustazioni di ”qualche ” prodotto tipico e la immancabile visita alla bottega amica dei souvenir. Una sagoma familiare da turista e cittadino tipo, quella della copertina del libro, su fondo verde oliva. Coincidenze? che annunciano la mano del grafico, per la guida edita da Altrimedia, a luoghi e percorsi poco conosciuti della città. Titolo azzeccato con “Fuori traccia. Insoliti itinerari materani”, la nuova esperienza narrativa di Paesaggi raccontati by(preferiamo l’italico da)  Altrimedia edizioni. Un lavoro a più mani, come leggerete nel comunicato degli editori, che si affianca a un altro lavoro apprezzato nel solco delle esperienze sul campo o del vagabondare (restiamo in tema) di Sergio Fadini. Un concittadino, nato e vissuto fuori regione, ma innamoratissimo della nostra città come pochi. L’esatto contrario di tutto quello che hanno saputo “disfare” da 2014 a oggi quanti, immeritamente, ricoprono posti e ruoli di responsabilità all’insegna della mediocrità e dell’opportunismo politico per Matera e per il 2019. Ma questo è un altro discorso. Abbiamo, però, una certezza. Piccoli progetti come ”Fuori traccia” resteranno e saranno utili anche dopo quella data. Non ci credete? Dopo mostre ed eventi grandi e piccoli…non resteranno che i “mostri” del protagonismo a tutti i costi. E gli abitanti culturali? Li troverete nei sei percorsi descritti nel libro.

COMUNICATO STAMPA

“Fuori traccia. Insoliti itinerari materani”, la nuova esperienza narrativa di Paesaggi raccontati by Altrimedia edizioni

Venerdì 4 agosto alle ore 19.00 presso la Piazzetta della Cittadinanzattiva, in Via della Beccherie, Altrimedia edizioni, in collaborazione con la libreria dell’Arco e il Birrificio 79, presenta “Fuori traccia. Insoliti itinerari materani”, il secondo volume della collana Paesaggi raccontati. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Anna Giammetta e vedrà, oltre la partecipazione di quanti hanno contribuito alla realizzazione del volume, l’intervento di Stefania Clemente, Vito Epifania, Màrica Montemurro e Danilo Barbarinaldi.

“Questa insolita guida nasce per permettere a tutti i viaggiatori che visitano la città di Matera di percorrere in modo autonomo degli itinerari inediti, che difficilmente trovano spazio negli itinerari classici; non perché minori, – ha spiegato Stefania Clemente, autrice di uno degli itinerari e curatrice del progetto – bensì perché si prediligono visite dove c’è un po’ di tutto.
A noi piace pensare che sia più divertente seguire una traccia, lavorare sull’evocazione e sulle suggestioni; e non ultimo favorire l’immaginazione. Una traccia suggerita per avventurarsi in città, tra le viuzze dei Sassi, le botteghe degli artigiani, i secoli e persino un quartiere poco fuori dal centro storico. 6 strade da seguire, 6 tracce fatte di spunti, rarità e incontri grazie ai testi di: Rita Montinaro, Stefania Clemente, Marco Bileddo, Rossella Nicoletti, Sergio Fadini, Beniamino Lecce e alle illustrazioni di: Rosita Uricchio, Marìca Montemurro, Danilo Filippo Barbarinaldi, Pino Oliva.“Inizio modulo Per il viaggiatore curioso che vuole lasciarsi guidare ma che non ha voglia di scoprire, conoscere e incontrare gli abitanti del luogo che visita. Itinerari insoliti materani è una narrazione atipica, che racconta luoghi e vicende che non si trovano sulle classiche guide per turisti perché nasce dalla curiosità e dagli interessi degli autori che hanno collaborato e dalla matita degli illustratori che hanno realizzato le tavole.

“La Collana Paesaggi Raccontati – ha sottolineato l’editore Vito Epifania – nasce sulla scia dell’omonimo progetto dedicato alla narrazione dei territori che Diótima, società proprietaria del marchio Altrimedia Edizioni, ha realizzato assieme ad altri partner di livello internazionale, con l’intento di narrare i territori attraverso diverse tecniche narrative: scrittura, ma anche tecniche pittoriche ispirate ai carnet des voyages, foto e video reportage.
La collana curata dall’Associazione Il Vagabondo, partner del progetto, intende proporre testi innovativi, dove la narrazione dei luoghi non è solo descrittiva ma si imbeve di storie, di racconti, di gente.
Ogni paesaggio ha un’anima, questi racconti la col- gono nei dettagli, nel panorama di sfondo, nei siti che lo caratterizzano, nei percorsi segnati e in quelli nascosti, nei cartelli e nei monumenti, nella natura che lo colora e persino nelle ferite che lo avviliscono. Nelle storie che s’intrecciano, incuriosiscono e stupiscono e – a volte, ma non di rado – lasciano senza fiato. Per una visita che dia l’opportunità di tornare a casa con un bagaglio nuovo e colmo, c’è bisogno anche di una guida, di qualcuno che accompagni discreto perché sa dove andare, indichi le strade e i posti che ha già conosciuto nei particolari e sa come trasmetterli.”