You Pol un acronimo per una APPlicazione della Polizia di Stato che con quell’anglicismo “You” …Tu invita a collaborare, anche con una segnalazione anonima, l’eventuale verificarsi di casi di bullismo o di spaccio di sostanze stupefacenti. Due reati dalla casistica variegata che coinvolgono i giovani dalla fascia di età sempre più bassa. Un allarme da spegnere a sirene spiegate, perchè ogni minuto è prezioso.E allora il telefonino e la tecnologia digitale sono utilissimi per salvare una vita, prima che sia troppo tardi. Basta un indizio e la Polizia potrà agire per il meglio. Ma siamo chiamati tutti a fare la nostra parte. Far finta di nulla è un errore, che un giorno potrebbe ripercuotersi negativamente anche su di noi. E allora, come accaduto tra gli allievi della scuola Media Torraca, scaricare l’utilissima applicazione- ha spiegato il vicequestore della Questura di Matera Luisa Fasano – contribuisce ad accrescere la sicurezza di tutti. Basta poco… Un pizzico di volontà, di responsabilità e senso della legalità per difendere la nostra e la sicurezza degli altri, evitando che prendano piede forme di disagio e di degrado sociale dagli effetti deleteri per le persone e le comunità locali. Forza ragazzi…E’ una APPlicazione utile anche per i grandi. Passaparola.

QUESTURA DI MATERA

COMUNICATO STAMPA

Presentazione dell’App YouPol che consente di inviare segnalazioni direttamente alla sala operativa della Questura
Stamattina 15 maggio alle 10,30 alla Scuola Media Francesco Torraca, sita in Matera alla via Aldo Modo, sarà presentata YouPol, la nuova App della Polizia di Stato, scaricabile direttamente sullo smartphone da Apple Store e Play Store, che consente di inviare segnalazioni alla sala operativa della Questura, anche in via anonima, se si è testimone o si è venuto a conoscenza di episodi di bullismo o traffico di stupefacenti.
YouPol nasce per consentire ad ogni cittadino, giovane e meno giovane, di concorrere al miglioramento della vivibilità del territorio e della qualità della vita, perché abbiamo bisogno di cittadini sempre più consapevoli e che si facciano partecipi del sistema sicurezza.
La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi, con YouPol desidera coinvolgere gli adolescenti e responsabilizzarli sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza, realtà che troppo spesso restano sommerse e che sono fonte di emarginazione e grande sofferenza.
L’utente avrà anche la possibilità di effettuare una chiamata di emergenza, utilizzando un pulsante ben visibile di colore rosso, alla sala operativa della provincia nella quale si trova.
Dati alla mano, dall’avvio del progetto ad oggi, i download effettuati sono stati più di 118.000, le segnalazioni per casi di bullismo 1152, quelle per uso di sostanze stupefacenti 2132, per un totale di circa 3283 segnalazioni giunte in Questura solo attraverso l’uso di YouPol.
Matera, 15 maggio 2018