Buyers da 25 Paesi e sei le compagnie aeree che saranno presenti il prossimo 27 ottobre, all’aeroporto di Bari , al Buy Puglia: Vueling , Aegean Airlines, Air Dolomiti, Volotea, Turkish Airlines, Ryanair. Ciascuna avrà un desk personalizzato all’interno dell’area B2B. L’incontro , ci informa NIno Sangerardi, è stato organizzato da Puglia Promozione. Prevede una nuova sezione di formazione interamente dedicata agli operatori turistici pugliesi : Buy Puglia Investment & Education. Si tratta di un programma di incontri, tavole rotonde e workshop di formazione dedicate ai Seller su quattro aree tematiche: investment e sviluppo alberghiero, marketing,  distribuzione e ospitalità . Per gli operatori della Basilicata darci un’occhiata non sarebbe. Alcuni operano a cavallo tra Puglie e Basilicata e questo è positivo in vista di Matera 2019. Del resto si tratta di flussi ininterrotti con servizi, logistici e pernottamenti che in molti casi sono ”chiavi in mano”.

 

Ecco le giornate di Buy Puglia 2017

Nino Sangerardi

Ideato e organizzato dall’Agenzia regionale Pugliapromozione come occasione d’incontro e scambio tra i buyer internazionali (tour operator, agenzie di viaggio, agenzie di viaggio on line, organizzatori di meeting, congressi ed eventi, ecc.) e le imprese turistiche pugliesi, il Buy Puglia crea un canale di comunicazione diretto per stringere partnership strategiche.

La formula di questo evento ormai inserito nel settore turistico nazionale e internazionale è ormai rodata: per il business meeting sono previsti per i prossimi tre giorni ben 2000 incontri di lavoro in cui oltre 200, tra buyer e seller, si incontrano per scoprire, comprare e vendere la destinazione Puglia.

Il B2B si terrà presso il business center dell’Aeroporto di Bari il giorno 27 Ottobre.

L’obiettivo, ribadito nel Piano Strategico del turismo Puglia 365, è quello di intercettare nuovi mercati a grande potenziale di sviluppo per il turismo pugliese e proporre, anche nei mercati già consolidati, una Puglia da scoprire tutto l’anno, anche fuori dalla stagione estiva.

L’edizione 2017 ospita buyer provenienti da più di venticinque Paesi del globo. Ampia presenza dal Nord America con venti operatori dal Canada e dagli Stati Uniti; alta la partecipazione da parte dei grandi Tour operator del Nord Europa, in particolare da Germania, Regno Unito, Austria, Repubblica Ceca e Francia. Dai mercati long-haul l’evento ospiterà buyer provenienti dall’India, dalla Cina, dalla Corea del Sud, dal Brasile, dall’Argentina, dalla Russia e da altri mercati potenzialmente strategici per la Puglia: Sud Africa, Israele e Thailandia.

Grande la collaborazione con Aeroporti di Puglia. Sei le compagnie aeree che saranno presenti al Buy Puglia: Vueling , Aegean Airlines, Air Dolomiti, Volotea, Turkish Airlines, Ryanair. Ciascuna avrà un desk personalizzato all’interno dell’area B2B.

Prima degli incontri business to business, la consueta travel Experience : sono previste per i buyer tre giornate di Educational tour esperienziale , suddivisi in sei diversi itinerari scelti dai buyer, in diverse aeree della regione.

L’edizione 2017 si arricchisce anche di una importante novità: una nuova sezione di formazione interamente dedicata agli operatori turistici pugliesi : Buy Puglia Investment & Education. Si tratta di un programma di incontri, tavole rotonde e workshop di formazione dedicate ai Seller su quattro aree tematiche: investment e sviluppo alberghiero, marketing,  distribuzione e ospitalità .

L’avvenimento, che si terrà il 26 Ottobre nel business center dell’Aeroporto di Bari, è realizzato in collaborazione con PKF hotelexperts, Tourism Investment, BTO Education e Federalberghi.

La valenza di questa Borsa del turismo in Puglia è molteplice: far conoscere attraverso la Travel experience la Puglia ai buyer internazionali, scelti sulla base sia dei mercati consolidati che di quelli emergenti.

Creare un’ occasione di scambio dalla quale discendono affari concreti per gli operatori pugliesi e, infine, alimentare quel confronto con gli operatori turistici che consenta di fare passi avanti nel percorso di miglioramento dell’accoglienza e di costruzione del prodotto turistico pugliese.

D’altronde i dati sui flussi turistici dicono che l’internazionalizzazione del turismo pugliese ha un trend di crescita deciso e costante (+60% dell’incoming dal 2007).Le prime stime dell’Osservatorio regionale sul Turismo confermano un’ulteriore crescita del turismo straniero in Puglia: + 5% per gli arrivi e + 9% per i pernottamenti nei primi mesi del 2017 rispetto agli stessi mesi del 2016 e un + 7% di strutture ricettive.

La Puglia è diventata in questi anni una delle mete europee più ambite dai turisti di tutto il mondo: Germania, Francia, Regno Unito, Svizzera, Belgio, Paesi Bassi e Stati Uniti sono i sette mercati stranieri più consistenti in termini di arrivi.

La crescita internazionale della Puglia come destinazione turistica presenta ancora grandi margini di sviluppo.

Pertanto c’è la reale possibilità di conquistare quote sempre più rilevanti della mole di viaggiatori che cresce di anno in anno , sia in termini di arrivi che di introiti.

Obiettivo prossimo è una Puglia aperta tutto l’anno. Sono proprio i turisti stranieri che apprezzano la Puglia anche fuori stagione. Per questo la Regione concentra il massimo sforzo nel proporre la destinazione sui mercati internazionali consolidati, ma anche su quelli a grande potenziale di sviluppo per costruire nuove opportunità per il territorio e le imprese turistiche.

Con il Buy Puglia 2017 si vuole spingere il brand Puglia come esperienza da vivere, come nuova destinazione italiana fuori dai circuiti di massa e decisamente ricca di suggestioni, ormai non più solo mare, ma natura, enogastronomia, arte, autenticità e soprattutto godibile tutto l’anno.

Negli itinerari della travel Experience Buy Puglia offre ai compratori stranieri e nazionali, sempre a caccia di nuove mete e di nuove esperienze per i turisti, una Puglia che si sta organizzando per prodotti turistici: turismo attivo, esperienze slow, cultura, ma anche l’offerta del lusso, la Puglia romantica, la Puglia autentica delle tradizioni e dei piccoli borghi, con prodotti tradizionali, il mare e l’enogastronomia, trasversali a tutte le offerte.

Nei sei itinerari per i buyer sono state organizzate delle esperienze destinate a una clientela di medio e alto profilo, in particolare un’offerta legata ai segmenti della Enogastronomia e di Arte e Cultura, e di un Turismo rurale, con strutture ricettive dall’architettura tradizionale (trulli e masserie) destinate ad una clientela formata per lo più da piccoli gruppi.

Una domanda dunque sempre più lontana dai prodotti destinati al turismo di massa e indirizzata invece decisamente sui turismi di nicchia. Tutti i percorsi prevedono esperienze di enogastronomia, cooking class e vine testing.