Siccità, calamità di vario tipo, risorse, concorrenza sleale, infrastrutture, viabilità rurale, politiche dell’Unione europee che aprono maldestremente a mercati. che con la qualità e la tipicità hanno poco a che fare, e produttori agricoli in piazza per chiedere che il BelPaese, a livello locale e nazionale, si dia uno scossone. Di questi problemi con due note differenti provenienti da Montalbano, che pubblichiamo, si fanno carico Leonardo Giordano (movimento nazionalità sovranista) e le sezioni di fratelli d’Italia -An e Socialisti e riformisti lucani che stringono il campo sulla viabilità rurale.

 

COMUNICATO STAMPA

 

Montalbano Jonico lì 01.07.2017

SEMPRE A FIANCO DEGLI AGRICOLTORI E DEI COLTIVATORI

<<E’ nel nostro DNA, nella nostra storia umana e politica, la difesa del mondo agricolo. A maggior ragione in questa annata balorda funestata prima da una crisi di mercato di quelle mai viste prima e che probabilmente continuerà con l’approvazione dell’accordo CETA con il Canada. Di questa crisi ci siamo occupati nel recente convegno del 17 giugno organizzato dal Movimento nazionale per la Sovranità a Potenza.

Adesso la crisi rischia di sprofondare nel collasso a causa della cattiva gestione della risorsa idrica. Su questo punto non scantoniamo: è tutta responsabilità del centro sinistra lucano. Sono 20 anni e ancora non si completa la traversa del Sarmento; non si è riparata la lesione dello sbarramento di Montecotugno, non sono stati completati ed azionati gli impianti per produrre energia elettrica ed abbassare i costi del sollevamento che si scaricano sugli agricoltori…eppure nel 2006 la Regione Basilicata ebbe 200 milioni di euro dal governo di centro destra per la risorsa idrica!!! Non sono nemmeno capaci di farsi pagare le compensazioni ambientali dalla Puglia del loro amico e sodale Emiliano. VERGOGNA!!! SOLIDARIETA’ PIENA AL MONDO AGRICOLO!!! SOLIDARIETA’ AGLI IMPENDITORI AGRICOLI DEL METAPONTINO IMPEGNATI IN QUESTA DIFFICILE BATTAGLIA PER SALVARE LE LORO AZIENDE.>> E’ quanto ha dichiarato Leonardo Giordano, coordinatore provinciale del Movimento Nazionale per la Sovranità di Matera a margine del presidio di trattori organizzati nei pressi del Municipio di Montalbano dagli agricoltori.

Ufficio Stampa

Movimento nazionale per la Sovranità

Matera

 

 

AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE

LORO SEDI

 

STRADE RURALI A MONTALBANO : SI CHIEDE LA VERITA’ VERA

Comunicato Stampa

Gli esponenti delle forze politiche di Fratelli d’Italia e Socialisti e Riformisti Lucani, ma alcuni di questi anche nel ruolo di passati amministratori comunali, sono scesi in piazza sabato 24 u.s. per partecipare alla cittadinanza lo stato dell’arte dei lavori di miglioramento delle strade rurali, avvenuti nella seconda metà del 2015.

Tali lavori di importanza strategica, per tutto il mondo agricolo montalbanese e non solo, sono stati finanziati dalla Regione Basilicata a valere sulla misura 125, per un importo di euro 1.226.000=, su forte ed esplicita richiesta dell’amministrazione di centrodestra dell’epoca, al fine di ripristinare la viabilità danneggiata dalle alluvioni degli anni precedenti, ed in particolare quelle dell’ottobre e del dicembre 2013.

Il progetto preliminare aveva individuato ben tredici strade da migliorare, interessando tutto il territorio comunale, venendo approvato con delibera di giunta il 10 giugno 2014.

La gara d’appalto per la progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei lavori viene bandita nel successivo mese di agosto, e dopo circa 10 mesi la commissione di appalto aveva completato il suo lavoro, il tutto ottenendo l’approvazione dell’Area Tecnica, con determina n. 171/400 del 3 giugno 2015.

La neo giunta comunale di centrosinistra a sua volta approva il progetto esecutivo con delibera n. 225 del 7 agosto 2015.

I lavori sono stati effettuati tra il settembre e il novembre del 2015.

Con interrogazione a risposta scritta, il 7 novembre 2016 il consigliere comunale di minoranza, Marcello Maffia, aveva interrogato il sindaco per conoscere in modo analitico gli interventi effettuati ed il relativo costo per ogni singola opera rurale. Risposta fatta pervenire allo stesso consigliere comunale interrogante dopo più di 4 mesi, e solamente dopo aver interessato sua eccellenza il prefetto per sollecitarne appunto la risposta.

La nota, a firma dell’assessore ai lavori pubblici, stranamente, ma non quella del sindaco che riveste anche la delega dell’assessorato alla agricoltura, non ha del tutto convinto gli scriventi che hanno voluto verificare sul campo la effettiva realizzazione delle opere.

Da tale verifica sono venute fuori alcune incongruenze tra quanto attestato dalla casa comunale ed opere realizzate.

A meno che non abbiamo confuso le strade interessate dai lavori, gli stessi non rispondono a quanto dichiarato nella predetta nota assessorile del 15 aprile scorso.

Ciò detto, abbiamo invitato pubblicamente i consiglieri di minoranza, ma anche quelli di maggioranza, di procedere con immediatezza alla verifica attraverso l’opera della commissione comunale agricoltura, affinché si possa chiarire un quadro che ad oggi appare quanto meno nebuloso.

Eventuali dinieghi o ritardi verranno considerati dagli scriventi come maldestri tentativi di silenziare il problema, che a questo punto sarà oggetto di attenzione non solamente della politica, ma anche da parte di altri organismi preposti al controllo della cosa pubblica.

 

Infine, ma non per ultimo, il goffo tentativo del sindaco Marrese, intervenuto in pubblica piazza, unitamente al direttore dei lavori, anziché portare chiarezza all’intera vicenda e dissipare dubbi, ha fatto calare su di essa ulteriore nebbia, con l’aggiunta di infantili bugie che rimetteremo al mittente a breve giro di posta.

30/06/2017

Le Sezioni

Fratelli d’Italia- AN

Socialisti e Riformisti Lucani

Montalbano Jonico