Un gruppo di pedoni che attraversa sulle strisce pedonali, appena verniciate di bianco, con i ”paraccarri in plastica” a evitare il transito dei veicoli, ma che non possono evitare  che qualcuno possa poggiarci le scarpe…E il richiamo degli operai a fare attenzione è inevitabile. La frase l’abbiamo sentita poco prima di mezzogiorno , lunedì 12 febbraio, nella centrale via Aldo Moro a pochi metri dal rondò spartitraffico che dal Comune porta in piazza Matteotti a via Ugo La Malfa e a via Dante, dove una impresa sta realizzando alacremente i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale. Un intervento atteso che l’Amministrazione comunale sta facendo eseguire con un programma definito in varie zone della città e questo è un fattore che contribuisce ad accrescere la sicurezza (velocità dei veicoli e distrazioni alla guida a parte) per conducenti e pedoni. Il rischio però che la storia si ripeta e che il lavoro di rifacimento delle strisce e della segnaletica venga alterato, dal transito di pedoni e animali, c’è tutto. Ma non sarebbe meglio far effettuare i lavori di notte? Il traffico,infatti, è ridotto all’osso e di pedoni nemmeno l’ombra. Giriamo la richiesta all’Amministrazione comunale…