Chiede “Rispetto per le lavoratrici e i lavoratori pubblici chiamate/i al voto per l’elezione della RSU” la segretaria provinciale materana della Cgil-Funzione Pubblica Giulia Adduce. E lo chiede al Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri -contro cui si protesta- perchè qualche giorno fa lo stesso ha ricevuto in separata sede esclusivamente la delegazione della CISL, con ampia diffusione dei contenuti dell’incontro,  violando così un “par condicio” tra sigle impegnate nella campagna elettorale  per il rinnovo delle RSU nel pubblico impiego e, quindi, anche nel Comune dei Sassi.

Ma ecco seguire la nota della CGIL – Funzione pubblica:

Apprendiamo dalla lettura della stampa locale che la Cisl Fp del Comune di Matera, con la partecipazione del segretario regionale Giuseppe Bollettino, nella giornata di venerdì 13 ha avuto un “lungo incontro” con il Sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri. Tale incontro ed i contenuti del medesimo sono stati oggi – lunedì 16 aprile – riportati sulla stampa locale con dovizia di particolari. Le sigle sindacali, nella loro autonomia, sono libere di richiedere incontri ai rappresentanti delle istituzioni, ma le istituzioni dovrebbero astenersi dal tenere incontri con una sola delle sigle che rappresentano i lavoratori pubblici, alla vigilia delle elezioni per il rinnovo delle RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria) dei settori pubblici.
Le Istituzioni, e soprattutto un Sindaco non imberbe e di lunga e consumata esperienza, dovrebbero avere il massimo rispetto per i circa tre milioni di lavoratori di tutti i settori pubblici che, dal 17 al 19 aprile 2018, saranno chiamati alle urne per eleggere democraticamente i loro rappresentanti nella RSU. Alla vigilia delle elezioni, ricevere la delegazione di una sola sigla sindacale (rispetto alla pluralità di sigle presenti nella competizione elettorale) e consentire alla medesima sigla la diffusione dei contenuti dell’incontro il giorno prima delle elezioni è un’azione che viola il principio della par condicio, che deve sempre essere rispettato durante le campagne e le competizioni elettorali.
La Fp Cgil di Matera condanna l’operato del Sindaco De Ruggieri e della Cisl Fp, che hanno dimostrato di non avere il minimo rispetto per le lavoratrici ed i lavoratori coinvolti come elettori e candidati nella grande prova di democrazia rappresentata dalle elezioni delle RSU del 17, 18 e 19 aprile 2018.
La Fp Cgil, che crede fermamente nei valori della libertà e della democrazia, auspica una grandissima e serena partecipazione al voto degli elettori, affinché possano esprimere democraticamente il loro voto, liberi da indebite pressioni e condizionamenti.”

La Segretaria generale

Giulia Adduce

….e quella della CISL-Funzione pubblica che qualche giorno fa resocontava l’incontro avuto con il Sindaco.

Il Sindaco di Matera incontra la CISL FP e apre alla revisione della Dotazione Organica e del piano assunzionale.

La CISL FP del comune di Matera, con la partecipazione del segretario regionale Giuseppe Bollettino, nella giornata di venerdì ha avuto un lungo incontro col Sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri, nel quale è stata rappresentata l’esigenza espressa dai dipendenti di sentirsi maggiormente coinvolti nei processi di riorganizzazione della “macchina” comunale in questo periodo coincidente con un numero notevole di pensionamenti e un altrettanto notevole numero di ingressi, per il momento a tempo determinato, per fronteggiare le maggiori incombenze legate a Matera 2019.
Le nuove norme di legge, decreto Madia e il nuovo Contratto Nazionale, consentono ora di poter mettere in campo percorsi virtuosi tesi alla eliminazione degli ancora presenti, anacronistici e discriminatori contratti a tempo parziale e di provvedere alla crescita professionale, tramite prove concorsuali, dei dipendenti che assolvono ai compiti di categoria superiore precedentemente svolti dai colleghi andati in pensione, continuando ad assicurare così, pur con sacrifici, la funzionalità dei servizi.
I percorsi virtuosi si possono raggiungere anche mediante una migliore distribuzione del personale nei settori, attraverso l’auspicata modifica dei profili professionali, presupposto per la ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane.
E’ stato espresso il comune impegno per coinvolgere e sensibilizzare il legislatore Nazionale perché si faccia carico della stabilizzazione delle risorse umane impegnate, ora con contratti a tempo determinato, nelle incombenze legate a Matera 2019 per non sperperare le professionalità che tanto di buono stanno facendo e faranno sino al 31/12/2019.
Il tutto dovrà essere racchiuso nella revisione della dotazione organica e nel nuovo piano assunzionale annuale e triennale delle assunzioni, ora possibili, essendo stato approvato dal Consiglio Comunale il bilancio di previsione per il triennio 2018/2020.
Al termine dell’incontro il Sindaco ha espresso la condivisione sulle proposte assicurando il coinvolgimento della struttura Comunale per il prosieguo dei lavori.
E’ stato manifestato anche il gradimento per il rafforzamento delle relazioni sindacali aventi come unico obiettivo il miglioramento dell’efficienza della “macchina” comunale raggiungibile con il miglioramento delle condizioni di lavoro di tutti i dipendenti.
D’altronde, come chiosato dal Sindaco, “il lavoro nobilita l’uomo”, e saremmo tutti soddisfatti se i dipendenti del Comune di Matera si sentissero tutti nobilitati.”