Il pane fa ingrassare? Ma quando mai…Piuttosto sono la vita sedentaria e pessime mode e abitudini alimentari a far aumentare la pinguedine, con più pieghe sul ”gran panzale anteriore” quel muscolo flaccido, tutto lardo, ciccia e liquidi che galleggia in maniera debordante a ogni prova costume… Ci ridiamo sù. Ma il pane resta il re della dieta mediterranea e di quella tavola contadina, fatta di alimenti poveri e sapori forti ma genuini, che hanno tirato sù generazioni di materani. Anche quando il pane era l’unico ”piatto” del pranzo o della cena, perchè si gustavano tre cose…” Ppen, scurz i m’dd(i)ch” (pane, scorza o corteccia e mollica) con un filo d’olio e prodotti dell’orto come pomodori, olive, cipollacci. Roba da racconti dell’Archivio della memoria con la preparazione della ”cialledda” calda o fredda. E poi il pezzo di grano di semola di grano duro, dal colore giallastro, e da maxipezzatura, destinato a durare anche 15 giorni per il ”pastore” che doveva stare con le greggi per lungo tempo. Tutta questa introduzione, per sommi capi, per annunciare il progetto ” Il Cuore di Matera” che – come riporta il comunicato, diffuso dai giovani di Matera Inside- intende tutelare e diffondere il patrimonio culturale cittadino. L’appuntamento è per venerdì sera, 18 maggio,al cineteatro Il Piccolo. A parlare di pane e dintorni realtà e alcuni materani doc, che hanno un cuore…buono come il pane: Massimo Cifarelli, Nicola Rizzi, Muv Matera, Angelo Sarra e Nino Vinciguerra . Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Poi forno pieno …e si chiude.

COMUNICATO STAMPA
“Il Cuore di Matera” è un progetto nato da un gruppo di giovani materani e dalla loro voglia di riappropriarsi della propria città e delle proprie tradizioni, con l’intenzione di tutelare e diffondere il patrimonio culturale cittadino. 

Il progetto comprende due fasi: una prima fase in cui la cittadinanza sarà invitata a incontri specifici e suddivisi per tematiche, nei quali interverranno esperti nel settore delle tradizioni culturali popolari, della lingua materana e dialettale del sud Italia, della musica popolare e della storia dell’Italia meridionale.

Il desiderio del team è creare menti critiche e analitiche in grado di affrontare il futuro in modo consapevole, consci della propria cultura e delle proprie origini, ma soprattutto di non dimenticare e perdere, con lo scorrere delle epoche, le tradizioni cittadine, la musica popolare, la conoscenza del dialetto.

Venerdì 18 maggio, alle ore 20.30, presso il cinema “Il Piccolo” di Matera, verrà presentato l’evento “Il nostro pane, un mondo da scoprire”: esploreremo l’elemento madre che caratterizza la città di Matera: il Pane.

Si allega il programma:
– La storia del Pane di Matera
o Il grano;
o Le farine;
o Il lievito;
o Il Marchio IGP;
o I tipi di Pane;
o Gli antichi forni dei Sassi.

Vi saranno gli interventi di Massimo Cifarelli, Nicola Rizzi, Muv Matera, Angelo Sarra e Nino Vinciguerra .

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Matera Inside