Via Umbria e via Sicilia sono quasi irroconoscibili dopo la potatura o diradatura dei lecci in corso da alcuni giorni. Residenti e cittadini in transito nel rione Picciaello quasi stentano a guardarsi intorno e a riconoscere le prospettive delle strade, le sagome dei palazzi e a vedere finalmente la luce in strada, dopo il taglio di rami e chiome che arrivavano fino al primo piano. L’ultima potatura risaliva a quasi quattro anni fa. L’intervento dell’Amministrazione comunale, con l’apporto di una impresa del settore, giunge dopo le segnalazioni fatte dai cittadini e dal Comitato di quartiere Impegno per Piccianello e dopo avere reperito le risorse adeguate per questo tipo di programmazione. Le diradature, intanto, continuano. Ora tocca alle vie interne e poi a via e piazza Marconi. Bene. Ora attendiamo gli interventi di riqualificazione di strade, marciapiedi e per la regolamentazione del traffico nelle zone critiche dell’incrocio della Madonna, di via Istria e all’ altezza del mercato ortofrutticolo all’incrocio tra via Marconi-via San Vito e via San Pardo, dove è necessaria una presenza costante dei vigili urbani e l’intervento del carro attrezzi per la rimozione forzata. L’indisciplina va combattuta con decisione.