Rispettare la tradizione ma tutelare la salute di ognuno. E’ questa, in estrema sintesi,  l’essenza dell’ordinanza emessa dal sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri.

Di seguito comunicato stampa del Comune

 

Considerata la particolare caratteristica dei falò in occasione della Festa di San Giuseppe, il 19 marzo, il sindaco ha emesso un ‘ordinanza nella quale, pur riconoscendo l’importanza della tradizione molto sentita dalla comunità materana, vengono segnalate prescrizioni utili a garantire la salute dell’uomo.

In questo senso  sarà necessario rispettare una serie di elementi, a cominciare dal singolo o dal gruppo che organizza il falò il quale dovrà preventivamente fare domanda scritta indirizzata alla  Questura indicando un cittadino maggiorenne referente del falò, il luogo dell’accensione e allegando oltre all’assenso del proprietario dell’area anche una dichiarazione sul rispetto dei contenuti dell’ordinanza.

Ecco alcune delle indicazioni contenute nel provvedimento:

L’autorizzazione dovrà essere trasmessa in copia al Comando di Polizia locale e dovrà essere conservata ed esibita agli addetti al controllo.

L’accensione dovrà  avvenire nel rispetto della normativa per garantire la sicurezza dei cittadini e dell’ambiente; durante le fasi di accensione e spegnimento dovrà  essere assicurata costante vigilanza; la combustione dovrà  essere circoscritta; gli spettatori dovranno essere tenuti a distanza; dovrà essere bruciata solo legna di essenze arboree naturali non trattate; saranno  vietati materiali plastici; al termine della manifestazione,  e non oltre le 48 ore, la zona interessata dovrà essere bonificata.

“Per quanto riguarda il termine di 30 giorni antecedenti la data di accensione dei falò, contenuta nell’ordinanza, si è consapevoli – spiegano gli uffici comunali – che il termine stride, per quest’anno, con la data dei falò di San Giuseppe. Tuttavia, in attesa dell’adozione del nuovo regolamento di Polizia Urbana, che disciplinerà organicamente la materia, l’ordinanza dovrà svolgere i propri effetti anche per il futuro. In quest’ottica, il termine di 30 giorni antecedenti l’accensione, ha la sua ragione d’essere”.

L’ordinanza integrale può essere scaricata al seguente link: http://servizionline.comune.mt.it/alfresco/download/direct/workspace/SpacesStore/8f616b46-e1ed-4976-94ed-d5aba28fa8a7/PAP-01190-2017.pdf?guest=true.