C’è il cantiere che ti induce a disagi, rallentamenti e qualche rischio sopratutto se piove. E allora potresti beccarti una multa salata con tanto di autovelox in agguato. E’ accaduto  lungo la statale 96 Altamura Bari nel comprensorio di Grumo Appula, come ci ha raccontato un ignaro e sfortunato cittadino materano che ha superato  di pochi chilometri, e a marcia bassa, un tratto di svincoli di cantiere con velocità consentita di 40 chilometri orari. Li ha superati per una manciata di chilometri e si è beccato, con autovelox municipale in agguato, una multa  e tre punti di decurtazione sulla patente. Giusto? Inevitabile ricorso e si scopre, da quanto ci ha raccontato, che non c’era alcuna autorizzazione prefettizia a installare autovelox in quel tratto e poi lungo una strada interessata da un cantiere. Ricorso inevitabile e con i tempi che servono delle procedure. Ma prima di aver ragione,come sempre, occorre pagare…e aggiungere le spese per il ricorso. Per gli automobilisti il consiglio a fare attenzione e a denunciare, come ha fatto il nostro concittadino,una prassi diffusa e a volte tollerata che si ripercuote negativamente sul cittadino. Comuni che pensano di fare cassa con l’autovelox, uno strumento la cui installazione va autorizzata e, sopratutto, verificato periodicamente quanto a efficienza e affidabilità. Tutto il mondo è paese. Ma segnalate gli abusi alle Istituzioni preposte e alle associazioni dei consumatori, ma attenti anche alle bufale del web come accaduto di recente per l’ufo della ss 175 in territorio di Montescaglioso…