Altra puntata della telenovelas “tetaro Duni di Matera. Dopo l’annunciatà disponibilitò del Sindaco all’acquisto dell’immobile a patto di un sostanzioso contributo aggiuntivo per la sua ristrutturazione da parte della Regione (che prontamente era stato assicurato da Pittella) ecco ora un comunicato dei legali della Navonas srl (socia e conduttrice del teatro, come essa stessa si qualifica) a scompaginare il gioco .

“I proprietari del Teatro Duni hanno gia’ rifiutato all’unanimità , ed in una assemblea ufficiale, l’offerta di acquisto da parte del Comune di Matera dello stesso Teatro pari a 3.4 milioni di euro.” scrivono e aggiungono che, pertanto “qualsiasi altra decisione richiederebbe nuovamente l’unanimita’ dei soci”.

Quindi, si legge ancora nel comunicato stampa: “i legali della Navona srl , socia e conduttrice del Teatro, continuano pertanto a non capire le continue dichiarazioni del Sindaco De Ruggieri che riguarderebbero la richiesta di soldi pubblici, in varie sedi, finalizzati all’acquisto del Teatro Duni , in assenza di una procedura ufficiale avviata con la società E.R. Teatrro Duni srl i cui proprietari hanno già bocciato l’offerta del primo cittadino.

Ma perchè il sindaco riterrebbe inutile un tavolo di trattative con la societa’ E.R.Teatro Duni ??

Come potrebbe essere possibile per un sindaco avviare una procedura così complessa senza un interlocutore legittimo ed una volontà chiara espressa dai proprietari ??

Tutto ciò alla Navona srl ed ai suoi legali appare un mistero, soprattutto dopo che gli stessi avvocati hanno diffidato per ben due volte con atti ufficiali il sindaco e lo hanno invitato ad evitare iniziative pubbliche mirate all’acquisto del Teatro Duni perché in contrasto con la volontà dei i soci ed in assenza di un legale rappresentante legittimo essendo stato revocato il precedente , rag. Carmelino Scalise.

Perche’ quindi chiedere questi soldi che solo qualche mese fa il sindaco voleva destinare ad altre iniziative ?

Staremo a guardare…. Ma nel frattempo la Navona srl si sta organizzando per cercare di portare nel Teatro Duni qualche evento di livello internazionale durante il fatidico 2019 oramai alle porte.”

Insomma, la telenovelas…….continua, in attesa di altri colpi di scena! E la futura Capitale europea della cultura sta a guardare….con i pop corn in mano…come è di moda in queste ore…