Non capita tutte le domeniche che i bambini, accompagnati da genitori, parenti e amici, trascorrano una giornata lontano dal mondo virtuale e isolazionista di tv, tablet e smartphone per apprezzare dal vivo, toccare con mano, assaggiare, sporcarsi se capita, la realtà tutta naturale- e nel senso pieno del termine- di una masseria che pullula di vita e di attività. La Masseria Riccardi, con l’apporto di Altrimedia, ha stupito i visitatori a cominciare dai piccoli che con un ciuffetto di paglia o di erba hanno avvicinato gli animali, sentito muggire mucche e visto scorazzare i vitellini, tra l’entusiasmo dei genitori…attenti alla filiera del caseificio, tra una mozzarella appena lavorata e di altri prodotti caseari. Ma è stata anche l’occasione per apprezzare quanto la filiera …a centimetri zero assicura sul piano della genuinità e questo non ha prezzo: assaggiare per credere e per far notare la differenza.  I buongustai, da quanto ci hanno riferito e fatto provvista, sono rimasti soddisfatti a cominciare dall’accoglienza dei proprietari e degli organizzatori, che hanno riservato un programma dedicato per tutti. L’invito è a ripetere, quando se ne presenterà l’occasione, che va programmata, una esperienza nel reale che i bimbi e i loro genitori dovrebbero fare con maggior frequenza. E poi evidenziamo il fatto positivo, come evidenzia la società Diotima che ha organizzato l’evento, è stata “Una bella storia di comunicazione’’… Buona lettura e poi a contrada Igino a La Martella per visitare e conoscere l’offerta della Masseria Riccardi.

 “Masseria Riccardi” Una storia di famiglia

L’apertura di un nuovo caseificio è una operazione di una certa complessità, tanto più se si considera una certa saturazione del mercato e, di contro, la necessità di ben ponderare sia l’investimento che la quantità di prodotto collocabile. Mettendo per un attimo da parte ogni considerazione di tipo economico e logistico, abbiamo evidenziato al cliente come fosse necessario, sin da subito, pensare a un prodotto con caratteristiche e “confezionamento” tali da marcare immediatamente la differenza con i prodotti concorrenti. Alla luce di queste semplici considerazioni, abbiamo lavorato a un progetto di “brand”, partendo dal naming, tutto focalizzato su valori chiave quali:

–   altissima qualità

–  produzione e commercializzazione “a centimetro zero” (il laboratorio artigianale è adiacente alla sala mungitura, così permettendo la lavorazione del latte crudo appena munto, garanzia di freschezza, igiene, salubrità e sostenibilità ambientale del prodotto)

–  dato “esperienziale” della produzione in masseria.

A corollario di questa impostazione abbiamo lavorato alla strategia di costruzione di una immagine e di una serie di attività/servizi particolarmente distintivi di questi valori. La scelta del nome e del pay off, che hanno determinato a cascata la definizione di tutti gli altri strumenti di comunicazione e strategie, è ricaduta su  quella che più di tutte rispondeva all’esigenza di trasmettere al pubblico il proprio Valore, la Ragione per cui scegliere proprio quel prodotto: una tradizione che viene da lontano e che garantisce una sapienza e un’attenzione vera. Dunque un brand solido, sano e genuino che non ha bisogno di essere capito, tradotto, ma è immediato e diretto. Una scelta apparentemente ordinaria che si giustifica con una narrazione, quella familiare, reale e che quindi non ha bisogno di artifici per attrarre. La definizione del logo, attraverso l’individuazione di un pantone inusuale e di segni grafici morbidi ed eleganti, ha tradotto visivamente  una scelta nominale lineare in grado di resistere nel tempo. L’immagine coordinata ha poi marchiato shopper, cestini sagomati, tovaglie e tanti altri “ambasciatori di brand” della Masseria Riccardi.

Masseria Riccardi

Dall’800 alla Masseria Riccardi l’impegno quotidiano è produrre Qualità.

A Matera, città designata Capitale Europea della Cultura nel 2019, il caseificio Masseria Riccardi interpreta da sempre la vocazione di un territorio il cui stemma raffigura proprio un bue con in bocca tre spighe di grano: la tradizione dell’agricoltura e dell’allevamento costituiscono da sempre i capisaldi dell’economia locale. Ecco il senso di una storia di famiglia dove l’esempio dei padri fondatori, agricoltori e allevatori attenti e scrupolosi, che vivono la passione e il contatto quotidiano con la terra nel rispetto dei ritmi della natura e degli animali, ha fatto sì che la cura del prodotto diventasse garanzia di eccellenza.

Il caseificio Masseria Riccardi è a “centimetro zero”

Oggi è proprio quella attenzione a rendere unica la materia prima che alimenta le mucche di razza “frisona italiana” che producono così latte certificato ad Alta Qualità. Per questo il Caseificio Masseria Riccardi è l’unica realtà che controllando l’intera filiera (foraggi e granaglie di produzione locale, latte, prodotti caseari) può garantire Qualità a centimetro zero: il laboratorio artigianale è adiacente alla sala mungitura, così permettendo la lavorazione del latte crudo appena munto, garanzia di freschezza, igiene, salubrità e sostenibilità ambientale del prodotto. Mozzarelle, ricotta, scamorze, trecce, burrate, primo sale, caciocavalli e caciotte sono espressione di autentica bontà perché alla Masseria Riccardi il latte è di casa.

I prodotti

Latte crudo di Alta Qualità appena munto, caglio e sale. Ecco gli ingredienti che Alfonso, il mastro casaro della Masseria Riccardi, mescola con sapienza antica per creare i suoi formaggi a pasta filata, freschi e stagionati, dal sapore unico.

Mozzarella

La mozzarella è la regina delle paste filate, un formaggio fresco di lunga tradizione e tipico del sud Italia il cui clima caldo rende possibile la rapida acidificazione del latte e la relativa coagulazione necessari per la sua produzione. La mozzarella della Masseria Riccardi si caratterizza per la consistenza morbida e il gusto rotondo che fa sentire il sapore di latte fresco appena munto, rendendola inimitabile.

Dal nodino di mozzarella al fiordilatte, la mozzarella conosce tante varianti che, seguendo la fantasia del casaro, arricchiscono qualsiasi tavola.

Burrata

Gioiello della sapiente arte casearia la burrata è il prodotto preferito dai veri intenditori. Un sacchetto di pasta filata, foggiato dalle mani esperte del casaro della Masseria, viene riempito di delicata panna di giornata e di “sfilacci” della stessa pasta filata che insieme formano la stracciatella. L’aroma con piacevoli sentori di latte fresco, burro e panna, con note dolci, sapide e acide ben in equilibrio, ne fanno un prodotto unico ed eccezionale.Scamorza

Dalle origini molto antiche, il nome scamorza deriva dal verbo “scamozzare” che significa togliere una parte. La scamorza della Masseria Riccardi si contraddistingue per la robustezza del suo corpo esterno e per la delicatezza e “lattosità” del corpo interno. Una volta spezzata, la pasta filata viene plasmata con le mani che le danno la sua caratteristica forma a pera. Tra le forme più originali e amate, soprattutto dai bambini, c’è il maialino e gli altri animali della fattoria, ideali per animare tavola e palato

Treccia

Della stessa pasta della scamorza ma dall’impasto più consistente e compatto, frutto di una più lunga lavorazione, la treccia è la pasta filata che garantisce maggiore filatura, ideale per le tante prelibatezze e ricette della dieta mediterranea.

 

Manteca

Formaggio tipico dell’areale meridionale che nasce per conservare il cuore di burro in un impasto di scamorza stagionata. Dal colore bianco, passa al giallo paglierino con la maturazione. È ideale sia per la cucina che per la tavola, dove si apprezza il particolare sapore conferito al burro dalle paste filate della Masseria Riccardi che, grazie alla lavorazione del latte a crudo e alla genuinità dei foraggi aziendali, garantiscono un gusto unico ed aromatico.

 

Ricotta fresca

La Masseria Riccardi produce la ricotta fresca seguendo la lavorazione tradizionale per mantenere inalterata la naturalezza e la leggerezza del suo sapore. La ricotta affiora lentamente dal siero di latte lavorato e viene raccolta nelle fuscelle che le danno la tipica forma a cono. Il casaro della Masseria Riccardi realizza la versione con panna fresca, dal gusto morbido e cremoso, ideale anche come dessert in combinata con miele e marmellate, e quella senza panna, per mantenere quelle caratteristiche organolettiche che la rendono un alimento magro dalle qualità proteiche elevate ma ideale nei regimi alimentari ipocalorici.

 

Primo sale

Formaggio fresco che si ricava dalla primissima lavorazione del formaggio, dal gusto dolce e delicatamente acidulo a bassissimo contenuto di sale. È ideale per le diete ipocaloriche e per accompagnare ogni fantasia di verdure. Nella versione leggermente stagionata ha un gusto più deciso e piacevolmente stracchinato.

 

Caciocavallo “Patrun Alfonso”

Il Caciocavallo “Patrun Alfonso” è un formaggio dalle origini antiche, il cui nome potrebbe derivare dall’usanza di legare le forme a coppie e di metterle a stagionare appese a “cavallo” di una trave. Dopo la D.O.P. europea c’è l’obbligo di produrre questo formaggio esclusivamente con latte intero crudo, procedimento tipico della lavorazione del caseificio Masseria Riccardi da sempre, sia nella forma a sfera che a pera. A seconda del tempo di stagionatura che va dai 30 ai 180 giorni questo formaggio acquista un sapore sempre più deciso ma comunque delicato, proprio come il tocco del mastro casaro. Le forme vengono poi marchiate con un antico marchio a ferro, raffigurante le inziali “A R”, appartenuto al nonno “Patrun Alfonso”.

 

Caciotta “Giulietta”

Alla mascotte della famiglia è dedicato questo formaggio a pasta semidura che nasce dalla ricetta del formaggio italico con varianti speciali e tipiche dell’areale lucano e l’aggiunta di erbe aromatiche e produzioni tipiche. L’impasto è di colore paglierino che deriva dai foraggi di produzione propria di cui si alimentano le vacche. Il gusto dolce e delicato lo rende adatto a tutti i palati, soprattutto in compagnia di un tagliere di salumi e di un buon vino rosso.

info@masseriariccardi.it contrada Igino