Un anno di attesa e passa , dopo le osservazioni della Prefettura, le ultime delibere dei soci fondatori (l’ultima se non erriamo è venuta dal consiglio provinciale di Matera) e poi la Fondazione ” Matera- Basilicata 2019” andrà dal notaio per mettere a posto lo Statuto. Ad annunciarlo una nota dell’ufficio stampa della Fondazione. Lo Statuto, dalle varie incongruenze procedurali e di rappresentanza, era stato una delle pecche nella fase di avvio di Matera 2019, insieme al Logo, e ad altri aspetti gestionali che l’Istituzione si è portata dietro tra polemiche e tentativi di metterci pezze indolori. Ma ogni cosa a suo tempo. Del resto i conciliaboli della politica, di soloni e teste di legno, sono serviti solo ad allungare le attese. L’altra questione degna di rilievo è la ricerca di partner privati (sponsor?) di peso che, vicenda del logo a parte, finora non abbiamo visto. Ricordiamo l’evento promozionale a Roma nel luglio scorso presso la sede di Confindustria con la presentazione delle griglie di diversa fascia. La nota parla genericamente della necessità di creare intese con le associazioni di categoria. Vedremo. Nella seduta sono stati affrontati altri temi come l’incarico ( ci sarà un sorteggio)per l’organismo di vigilanza, l’incontro di monitoraggio a Bruxelles e del bando per la Cava del Sole per il quale si attende la delibera Cipe. Venerdì 9 intanto, come riportano le note a seguire,è in programma al Casino Padula del rione Agna il  secondo incontro pubblico con l’Open Design School al  sui ”Luoghi di Matera 2019”. Abbiamo visto i ragazzi, italiani e stranieri, all’opera con i tutor e hanno fatto davvero un interessante lavoro. Meritano attenzione e considerazione.

Matera 2019, resoconto del Cda della Fondazione

Si è svolta presso la sede della Camera di Commercio di Matera la riunione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Matera Basilicata 2019. All’incontro hanno preso parte la Presidente della Fondazione e Rettrice dell’Università di Basilicata, Aurelia Sole; il dott. Elio Manti, collegato in videoconferenza, su delega del Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella; il sen. Salvatore Adduce su delega permanente del Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri; Angelo Tortorelli, Presidente della Camera di Commercio di Matera. Erano presenti altresì la Manager Sviluppo e Relazioni della Fondazione, Rossella Tarantino, il Manager Amministrativo e Finanziario, Giuseppe Romaniello, e il Segretario Generale, Giovanni Oliva.

La Presidente ha informato preliminarmente il Cda che sono pervenute da parte di tutti i Soci fondatori le delibere di approvazione delle modifiche dello statuto della Fondazione. Il nuovo statuto verrà sottoscritto alla presenza di un notaio e di tutti i Soci Fondatori, nei prossimi giorni.

In merito alla nomina dell’organismo di vigilanza come da D.Lgs 231/2001, incarico assunto pro tempore dal Manager Amministrativo e Finanziario della Fondazione in base a quanto stabilito nel “Regolamento di organizzazione e di funzionamento della Fondazione Matera Basilicata 2019”, il Cda ha deciso che per l’individuazione del soggetto ci sarà un sorteggio in seduta pubblica tra gli iscritti all’albo della Fondazione con almeno 3 anni di esperienza ed esperienza specifica  in qualità di organismo di vigilanza come da D.Lgs 231/2001.

Il Cda ha poi affrontato il tema dell’incontro di monitoraggio che si terrà a Bruxelles il 18 aprile, di fondamentale importanza per l’assegnazione del premio Melina Mercouri. La Fondazione sta lavorando all’elaborazione del report che dovrà essere inviato prima della partenza della delegazione di Matera 2019, che sarà composta sia dallo staff della Fondazione che dai rappresentanti delle Istituzioni comunali, regionali e nazionali.

Sul bando per Cava del Sole, il Cda resta in attesa della delibera Cipe di assegnazione delle risorse che dovrebbe essere approvata nei prossimi giorni.

Infine il Cda ha discusso del ruolo dei partner privati nel 2019, e in particolare della necessitò di creare intese con le associazioni di categoria.

Nuovo appuntamento con le Open Review di Matera2019 e l’Open Design School.

Venerdì, 9 marzo, a partire dalle 18:30, negli spazi del Casino Padula, nel rione Agna, secondo incontro pubblico con l’Open Design School.

Nella circostanza, i partecipanti all’Ods illustreranno i primi risultati del lavoro di mappatura sulla città, che sarà poi esteso all’intera regione, e le ricerche sul tema open design e open structure che sono alla base del progetto dei palchi e degli allestimenti di Matera 2019.

I Luoghi di Matera 2019 eÌ un progetto che esplora il potenziale degli spazi che potrebbero ospitare eventi nel 2019. Sono giaÌ stati mappati piuÌ di 200 luoghi nella sola città di Matera e, per ognuno, raccolte ed indicate le caratteristiche tecniche e spaziali.

Il progetto non si concentra solo sul centro storico, ma interessa anche le aree periferiche e marginali, sottolineando la capacitaÌ della cittaÌ di essere un sistema. Si sta lavorando per costruire percorsi sempre più leggibili all’interno della città e della regione, in grado di offrire a cittadini permanenti e temporanei occasioni di scoperta e di riutilizzo di un numero significativo di spazi urbani.

L’open Review sarà un’occasione per guardare con occhi nuovi spazi pubblici, sentieri, aree verdi e complessi architettonici, analizzando la loro capacità di accogliere un ventaglio di eventi dal 2019 in poi.