convegno http://giornalemio.it/salute-e-benessere/convegno-fidas-sul-sistema-trasfusionale/promosso della federazione donatori di sangue sul tema ” Il sistema trasfusionale. Norme, procedure e rapporti con l’associazionismo”. Sono state 6200 le unità di sangue e plasma raccolte dalla Fidas di Basilicata nel 2017 con un incremento del 15 per cento rispetto all’anno precente. Lo si è appreso oggi a Matera Le donazioni sono il risultato dell’apporto di 8700 soci dei quali 4000 abituali, che operano su 30 sedi fisse e con unità mobile. La fascia di età di donatori più consistente pari a oltre il 60 per cento, è quella compresa tra i 35 e i 50 anni, seguita da quella compresa tra i 18 e i 25 anni. Fidas conta anche sull’apporto di 200 migranti, stabilitisi in Basilicata, appartenenti alle comunità indiane, nord africane e dei paesi dell’Est europeo. ” Abbiamo anche prodotto – ha detto Paolo Ettorre, responsabile sistemi di raccolta sangue di qualità Fidas Basilicata- una brochure in 12 lingue per sensibilizzare i migranti sulla donazione, con i previsti screening preventivi verso quanti sono da poco nella nostra regione. Continuiamo anche con i giovani che continuano a donare anche quando lasciano la Basilicata. Quanto alle Istituzioni chiediamo di sostenerci nei progetti che portiamo avanti, a cominciare dalla qualità”. La FIdas ha,inoltre, organizzato a Matera dal 25 al 28 aprile 2019, il congresso nazionale della Federazione che avrà il suo culmine con la marcia di circa 15.000 donatori. ” E’ un evento importante- ha detto il presidente regionale Pancrazio Toscano- che accrescerà i valori e i temi della donazione, della solidarietà e del volontariato nell’anno di Matera capitale europea della cultura 2019. La donazione è un atto anonimo, volontario, non retribuito che avviene con tutte le garanzie per il donatore e il ricevente. E questo è importante”. Condividiamo e passaparola. Se non siete ancora donatori fatelo. Informatevi.C’è sempre una prima volta per donare. Altri lo fanno da una vita come l’amico Antonio Bronzino, una colonna tra i donatori Fidas di Basilicata, che ha contagiato positivamente tante generazioni.