Matera e Ferrandina, all’ombra delle querce del bosco di Montepiano ad Accettura, con tanta simpatia e un pizzico di sana ammauina…senza briglie, al ritmo di battute, assaggi e quadriglie. La rima ci sta tutto per descrivere en passant una domenica di sana allegria, sempre più rara, che un buon numero di famiglie dei due centri del Materano hanno vissuto da protagoniste dando fondo a un vasto repertorio di canzoni a squarciagola, balli e assaggi all’insegna del ”favorite…lo abbiamo preparato noi” .

Tutto merito della voglia di contaminarsi, da una tavolata all’altra, e dal formidabile richiamo del karaoke dai mille e passa titoli, mixati dal gruppo materano che si è alternato alla consolle del Montepiano Beach: il dj Roberto e della giovane ma brava vocalist Paola, l’animazione da villaggio vacanze del ”maresciallo”’ Nicola e la vena interpretativa del figlio Luca prossimo a una esperienza marinara. Un gruppo che ha coinvolto la altrettanto corposa e contigua tavolata ferrandinese e di altri centri, a Montepiano per la giornata conclusiva del campo scout Agesci dei giovani di Ferrandina 1.

E così, ne citiamo alcuni, il ”farmacista” Raffaello pronto a dispensare portentose pillole blu al chewing gum…, l’imprenditore edile Giuseppe che tra una canzone, quattro salti e un bicchiere, ha ricordato per un paio d’ore che gli serviva una mano per ” Caricà u’ camion” delle attrezzature del campo e un gruppo di affiatati amici di goliardia, che ha stimolato altri compaesani a farsi avanti per la improvvisata riuscita di una ”Corrida” di tanti dilettanti allo sbaraglio.

E così si è creata al momento la ”spontanea” scuola della ”Ferrandinadance” con tante donne che si sono esibite in una sequenza vorticosa, e su un terreno scosceso, di balli di gruppo . Sotto l’occhio attento di Saverio, maglia verde, padre di tre figli, uno dei quali provetto ”maestro” di ballo che sarà ai mondiali con una coppia di maestri materani, che gli hanno insegnato tutti i segreti di questa particolare disciplina sportiva. E così gli inviti al coinvolgimento hanno preso un po’ tutti, grazie a un disarticolato trenino…partito dalla stazione di Accettura, scansando podoliche,pastori a due gambe e villosi maremmani a quattro zampe, fino a quella della Valbasento di Matera-Ferrandina.

Sul treno sono saliti un po’ tutti tranne gli ottuagenari e passa, che ai piaceri della buona tavola proprio non hanno voluto rinunciare e poi l’arrosto ad alta quota è un’altra cosa. Tra “un bicchiere di vino,un panino e la felicità” come ripete la nota canzone di Albano e Romina, che proprio non poteva mancare nella scaletta del deejay Roberto. E se la musica e i balli giravano a tutto spiano, con periodiche scantonate a squarciagola, come fa un coro alpino tra un bicchiere e un bicchierino,salivano sorsi e un forte respiro che fa rima con sospiro.

 

Un invito a nozze, quest’ultimo,…visto che tra i commensali della tavolata ferrandinese, c’era anche il noto maitre patissier Luigi Digilio, emblema dell’arte bianca dei ”sospiri” (un dolce da valorizzare con un marchio tipico )che la sammaurese giornalista Anna prenotò…per il suo matrimonio, proprio dalla pasticceria Italia del signor Luigi. E quest’ultimo ”a grande richiesta” ha raggiunto il suo bar per un assaggio gradito dalle comitiva materana, ferrandinese e sammaurese che hanno ricambiato tirando fuori torte e dolci preparati dalle signore. Per i ragazzi, scout compresi che hanno intonato anche due canti del Corpo, è stata una festa e per gli altri- che hanno rinunciato da tempo alla prova costume- un inno alla dolcezza.

Per bilancia e dieta se ne riparla a settembre. Nel frattempo un invito a godersi l’estate con i tormentoni e video musicali che in questo periodo ‘vanno alla grande’ . E allora non poteva mancare , con o senza H, al Montepiano Beach di Accettura ” RIccione” dei TheGiornalisti sull’onda del ritornello “Sotto il sole, sotto il sole Di Riccione, di Riccione.Quasi quasi mi pento E non ci penso più, e non ci penso più”. Non poteva non mancare il graffiante brano ”Amore e Capoeira” di Giusy Ferreri alla ricerca di emozioni ed esperienze balneari con ”…Cercavo un mare calmo e ho trovato te. Col vento così forte, non dirmi buonanotte. Soltanto per stasera Amore e capoeira”.

Brani che hanno portato tutti in pista, con gli ennesimi balli di gruppo, le canzoni di Vasco, dei Nomadi e del fuori programma ” Macho Macho Man” sollecitato dall’imprenditore Giuseppe (quello che aveva da ” Caricà u’ camion) che non ricordando il titolo cercava ”la canzone che fa togliere le magliette”. Un brano che ha fatto da sponda ai celeberrimi ” Relax” del compianto gruppo di Frisco dei ”Frankie’s Goes The Hollywood” , ” YMCA” dei The Village People”, ”The Final countdown” degli Europe per finire,a tarda serata, con il canonico ” Tutti a casa” tratto del repertorio delle matinate materane.

Giornata indimenticabile destinata prima o poi ad avere un seguito, vista la voglia di divertirsi. Gli amici ferrandinesi ci hanno invitati in piazza per il 18 agosto al concerto di Ivana Spagna, regina della musica disco degli anni Ottanta con ” Easy Lady” e ”Call Me”.

Chiamami…e ”sospiri” per tutti, come a Montepiano Beach.