Manca un anno al 2019 e cominciare giocando, come hanno fatto i ragazzi della scuola media ” Nicola Festa” che in Mediateca si sono sbizzarriti a sagomare, incollare tanti mattoni di cartone per raffigurare il Palazzo dell’Annunziata e altri pezzi di città, riconcilia con la voglia di divertirsi usando testa e manualità. E se poi si punta sul 19 con una estrazione mensile, legata a un evento di ”avvicinamento” all’anno che verrà, non è escluso che la dea bendata ci dia una mano a mettere da parte il sottoscala della politica, dove sono riposte strategie pre e post elettorali di bassa lega, che hanno fatto perdere tempo prezioso a un evento che poteva essere sostenuto con maggiore entusiasmo a linearità. Niente ”mea culpa” come è nella tradizione della compagnia degli ipocriti e degli opportunisti, che non rinunciano mai alla vetrina del protagonismo a tutti i costi, ma per una volta spazio ai ragazzi che hanno avuto e avranno un momento di celebrità con la festa di comuntà denominata “#menouno” . Un evento, il primo del 2018, che la Fondazione ” Matera-Basilicata 2019” ha organizzato per il 19 e 20 gennaio a un anno dagli eventi che caratterizzeranno l’appuntamento con ” Matera capitale europea della cultura 2019”. Per l’ occasione – come ha riferito il direttore della Fondazione Paolo Verri, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il manager culturale Ariane Bieou e il vicepresidente del consiglio di amministrazione Angelo Tortorelli- sarà realizzato un grande allestimento di cartone alto 19 metri, largo 14 e lungo 18 metri, che raffigurerà un pezzo di città. L’opera,che sarà inaugurata alle 19.19 del 19 gennaio, è stata ideata dall’artista visivo Oliver Grossetete. E’ stata realizzata, con componenti modulari, da 600 persone e tra questi anche da ragazzi della scuola dell’obbligo. La creazione collettiva sarà demolita,il giorno dopo, per consentire il recupero del materiale di riciclo. Ma prima la parete di cartone sarà scalata e un pezzo di quel mattone di cartone sarà utilizzato dall’artista Raffaele Pentasuglia, che lo utilizzerà nell’allestimento del carro trionfale 2018 per la festa del 2 luglio in onore della Patrona Maria Santissima della Bruna. Nel programma della festa sono previsti un gran finale con Antoine Le Menestrel e con i dj set Max Casacci&Ninja con una sonorizzazione dei Subsonica. La festa di comunità prevede l’apporto delle emittenti radiofoniche Radio 2, Radio 3 e Radio Capital. Due voci lucane della trasmissione radiofoniche ”Caterpillar” , Filippo Solibello e ” Doris Daily” con Doris Zaccone di radio Capital , intervisteranno cittadini e turisti su Matera 2019. Nell’ occasione la Fondazione, sabato 20 gennaio, farà conoscere, in anticipo, il 50 per cento del programma degli eventi culturali e di animazione per il 2019. Sono 27 i progetti previsti per un finanziamento complessivo di circa 5,6 milioni di euro. Ne riparleremo anche perchè sono tutti locali, Progetti e risorse restano qui, con l’auspicio che se non tutti ma alcuni di loro possano consolidarsi e avere continuità. Ma questo è un altro discorso. Nel frattempo puntate sul 19 in ricevittoria, ogni mese, sulla ruota di Matera. In euro, mi raccomando. E lasciate da parte i bitcoin.