Un  percorso esistenziale e introspettivo, quello proposto dall’artista Aurora Maletik, in trentacinque  scatti fotografici della mostra  “Il labirinto del desiderio”- Viaggio tra Amore e Psiche allestita al Dedalo in via D’Addozio a Matera.

Foto in cui Aurora inizia a sbrogliare quello che lei chiama “la matassa del desiderio” punto di partenza imprescindibile, presente in ogni essere umano, spesso esasperato nei corpi delle donne.

Una donna che l’artista propone tra sensualità e femminilità, alimentando il desiderio di chi guarda ma mai degenerando e allontanandosi dalla bellezze intesa come uno stato assoluto. Una donna che è corpo ma è anche anima e testa. 

Scatti che rappresentano  un punto di partenza  per capire le proprie pulsioni perché “tutti siamo catturati dai desideri”.

Ed ecco che l’obiettivo di una reflex diventa il filtro per catturare e mettere in luce le emozioni che traspaiono dal mero corpo, perché oggi afferma decisa Aurora, il corpo della donna è estremamente mercificato. Persino i social hanno creato una nuova figura femminile, quella della influencer o blogger che, tra migliaia di like, consigliano gli outfit più di tendenza. Quello che cerca di ritrovare, invece, Maletik, attraverso la fotografia,  è la bellezza e l’ironia.

La capacità delle donne di sapersi accettare e sorridere di qualche imperfezione del proprio corpo. Ritrovare la bellezza come essenza della donna attraverso una immagine di seduzione che deve essere collocata in un punto preciso, perfettamente a metà tra il “non sforare nella banalità e il non cadere nella pornografia”. Foto che invitiamo ad ammirare e meditare e che scatto dopo scatto diventano un vero e proprio manifesto femminista che l’artista mostra con orgoglio.