“Si è svolto giovedì pomeriggio, presso la sede di Confapi Matera, un incontro tra le imprese della Sezione Unimatica, presieduta da Angelo Donvito, e l’assessore all’Innovazione del Comune di Matera, Giampaolo D’Andrea, alla presenza del presidente dell’Associazione, Massimo De Salvo.”

Lo rende noto un comunicato stampa della Confapi Matera in cui si legge ancora che:

Per la città dei Sassi si aprono interessanti prospettive nel campo della ricerca e dell’innovazione, attività che si interconnettono con i beni e le attività culturali e con i progetti Matera Digitale e Matera 2019, tutte deleghe che fanno capo all’assessore D’Andrea.”

All’incontro, organizzato dalla Categoria che rappresenta le imprese che operano nel campo dell’informatica, dell’innovazione e dell’ICT, erano presenti anche aziende operanti in altri settori, interessate a conoscere le opportunità che si apriranno nei prossimi mesi.

“L’assessore –si legge ancora nel comunicato– ha parlato innanzitutto delle iniziative che lo Stato sta realizzando sul territorio materano, quali la sperimentazione della tecnologia per reti mobili di quinta generazione, cosiddetta 5G, e i lavori di installazione della fibra ottica a opera della società Open Fiber.

Quindi ha illustrato il progetto “Vicinato digitale”, di competenza del Comune e inserito nel piano ITI, per lo scambio di conoscenze tecnologiche tra le imprese. In proposito l’Amministrazione comunale ha destinato 1 milione di euro alle piccole e medie imprese materane che partecipano al bando regionale “Voucher per l’Innovazione” per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica.

Il Comune, inoltre, sta realizzando nell’immobile di San Rocco un hub per la ricerca e l’innovazione tecnologica, sottoscrivendo un protocollo d’intesa con il CNR e creando un Comitato Promotore, di cui Confapi Matera fa parte, per l’ideazione di una strategia di sviluppo tecnologico e per l’innovazione del territorio.”

Il presidente della Sezione Unimatica, nel suo intervento, “ha sottolineato il ruolo fondamentale che le Pmi possono svolgere in tutte le iniziative illustrate ed ha invitato l’Amministrazione a non limitarsi alla realizzazione della rete wireless nei Sassi ma a coinvolgere anche le aree produttive del Paip, in modo da accrescere la competitività delle imprese ivi insediate.

Le imprese locali possono essere protagoniste non solo nel campo delle infrastrutture immateriali, per le attività di informatica, innovazione, ICT, ma anche nei lavori edili propedeutici e in quelli previsti dal Dossier di Matera 2019. Le Pmi, oltre alle competenze specifiche, hanno il pregio di restare sul territorio e di garantire occupazione, a differenza dei grandi gruppi esterni.”

L’incontro si è concluso con la proposta condivisa di costituire una task force per effettuare una ricognizione delle opportunità esistenti per le imprese locali per poi presentare il lavoro fatto in un convegno pubblico.

Il presidente della Confapi Matera, De Salvo, ha espresso “un particolare ringraziamento all’assessore D’Andrea per il notevole e proficuo impegno profuso. Per la tecnologia 5G il bando del Ministero dello Sviluppo Economico per il lotto delle città di Bari e Matera è stato aggiudicato a un raggruppamento di imprese composto da Tim, Fastweb, Huawei e da un gruppo di Pmi locali. Anzi, il bando è stato vinto dal raggruppamento proprio grazie all’elemento premiante della partecipazione delle Pmi locali, per le quali si prospettano interessanti ricadute a causa delle enormi opportunità che la nuova tecnologia è in grado di offrire loro.”