Con Determinazione del 18/12/2017, è stata indetta la procedura aperta di gara per l’affidamento della gestione del servizio di Asili Nido nelle sedi comunali di Via Bramante e di Via Gramsci.
Sono state dunque avviate le procedure di gara e pubblicati il Bando di gara, il relativo Disciplinare contenente norme integrative, i Capitolati speciali e le Relazioni tecnico descrittive.

E’ quanto reso noto da un comunicato dell’Assessora alle Politiche Sociali e alla Pubblica Istruzione Mariangela Liantonio.

Nel documento si legge che: “Tutte e due le strutture si compongono di un nido ed un micro-nido raggiungendo una capacità ricettiva complessiva di n. 70 posti-bambino. La durata dell’affidamento sarà di cinque anni a decorrere dalla data di avvio della gestione, con l’opzione, alla scadenza, di un ulteriore periodo di proroga di un anno.”

Mentre nella determina si legge: “L’offerta economica dei concorrenti sarà espressa in rialzo sul canone concessorio delle due strutture posto a base di gara, pari all’importo mensile di euro 1.650,00 per la struttura di Via Bramante e di euro 1.850,00 per la struttura di Via Gramsci”.

Il criterio di aggiudicazione dell’appalto è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

L’Assessore in proposito ha dichiarato: “Con l’avvio della nuova gestione dei due asili, che potranno ospitare complessivamente 140 bambini, il servizio del Comune reso alle famiglie diventa più diffuso, anche territorialmente, e anche per questo più efficiente. Dobbiamo inoltre considerare che dopo diversi anni, a seguito di una riqualificazione, si restituisce alla città la struttura che ospiterà il nido di Via Gramsci.”.

Mi piace considerare – aggiunge– che mentre le donne saranno al lavoro fuori casa o si dedicheranno ai lavori casalinghi – attività che hanno pari dignità e ugualmente apprezzabili – sarà il Comune di Matera, che si prenderà cura dei loro bambini, con ogni attenzione e li custodirà come fossero in famiglia”.

Per la realizzazione di questo obiettivo il Comune – dice sempre la Liantonio– ha previsto che i partecipanti al bando, avessero professionalità, competenza, serietà: per potere consentire alle famiglie di affidare il bambino in mani capaci, premurose e sicure”.

Ed è per questa ragioneconclude soddisfatta l’assessora- che durante la intera gestione degli asili, sarà preciso impegno del mio assessorato, predisporre attività di controllo e di vigilanza costante negli asili affinché la qualità del servizio previsto, venga effettivamente garantita ed assicurata, a favore dei piccoli utenti, il cui benessere rappresenta per il Comune la irrinunciabile priorità”.