Come era ampiamente prevedibile da tempo l’epilogo della attuale vicenda amministrativa materana stà virando rapidamente vero le “larghe intese”. L’abbraccio forzato tra coloro che si sono sin qui combattuti all’arma bianca e che, in nome dell’interesse supremo della Città e dell’imminente 2019, diventa ora possibile dopo essere stato sdegnosamente negato in tutto questo tempo in cui si è preferito giocare ad una assurda “war game”.

Gli spari sopra la Città hanno fatto perdere tempo prezioso che difficilmente sarà recuperato. Le parole del Sindaco proferite nel Consiglio Comunale di oggi, l’atteggiamento dell’opposizione nella stessa circostanza, il comunicato stampa che pubblichiamo di seguito a firma dei “consiglieri comunali ribelli”, sono tutte tessere di un mosaico in rapida composizione.

E tutto sommato, nonostante riprovevole sotto il profilo della coerenza politica, non è detto che per la Città non sia il male minore……

Abbiamo chiesto da cinque mesi, anche con atti sostanziali, come le dimissioni di un assessore, una ripartenza politica di governo scelta dagli elettori nel 2015.

Finora non si è avuta perché si sono difesi particolarismi e posizioni equivoche, si è perseverato in scelte unilaterali, non si è coltivata una relazione feconda con le altre Istituzioni (anzi spesso si è alimentato un conflitto con esse) , non si è intrecciato un dialogo aperto e diffuso con la città, accentuando l’isolamento di pochi che pretendono di amministrare la città.

A questo punto, bisogna prendere atto che ci vuole un nuovo Patto per la città che veda il coinvolgimento e la convergenza unitaria dell’insieme delle rappresentanze politiche e sociali della realtà materana.

Una unità vera, non strumentale, fatta di sporadici richiami e appelli.

L’occasione del bilancio è quella giusta per aprire questa fase nuova.

La città deve ritrovare armonia, solidarietà e impegno comune.

Invitiamo il Sindaco ad aprire un confronto a tutto campo con tutte le rappresentanze consiliari, minoranza compresa, e con la cittadinanza, per riprendere con slancio, passione forza, un percorso virtuoso verso il 2019 per il futuro della nostra città.”

I consiglieri

Angelo Cotugno
Angelo Lapolla
Gaspare L’episcopia
Rossella Rubino
Angelo Tortorelli
Saverio Vizziello