Una provocazione? Macchè nei rioni Sassi, patrimonio dell’Umanità insieme all’habitat rupestre, le condizioni del sede stradale e di gran parte dei marciapiedi sono davvero precarie. E la foto “eloquente” che pubblichiamo a ridosso del punto panoramico di Sant’Agostino,nel Sasso Barisano, ne è una conferma. I ciottoli del prospicente piazzale sono finiti dall’altra parte, con il rischio che qualche ”imbecille” (sotto i fumi dell’euforia…) o ”esibizionista” usi quei pezzi di pietra per colpire qualcuno. Pensiamo a male per evitare guai peggori e il periodo natalizio non puo’ essere funestato da bravate. Che qualcuno dal Palazzo di città effettuti un sopralluogo non solo per rimuovere i ciottoli in libertà, ma anche per sistemare la massicciata del piazzale con un po’ di cemento in attesa della riqualificazione. Segnaliamo, per obiettività di informazione, che sono in corso – ma in via Madonna delle Virtù- i lavori di pavimentazione dei marciapiedi. Andrebbe senz’altro fatto qualcosa per sistemare anche le chianche della sede stradale, spaccate o lesionate per vari motivi ,a cominciare dal transito di mezzi pesanti o a causa dei cedimenti, procurati da infiltrazioni di acqua per l’assenza di manutenzione dei tombini.