Quando Franco Lasala, operatore del settore immobiliare, ma con occhio e  orecchie attente a recepire quello del quale Matera ha bisogno  sul piano dei servizi e delle infrastrutture, significa che le osservazioni sono pertinenti e il tema delle aree di sosta e dei parcheggi lo confermano. Tanti i turisti, con aree e parcheggi del centro intasati e con una domanda in continua crescita. Si sta lavorando, ricordiamolo nell’area Fal di Serra Rifusa al terminal bus, che sarà pronto a luglio 2018.  Fino ad allora il problema resta. Chi non trova posto si arrangia, con il rischio di beccarsi una multa o la rimozione dell’auto. E’ vero ci sono alcuni parcheggi, come quello di via Saragat sottoutilizzati, ma il problema c’è tutto anche perché con le nuove lottizzazioni , centro direzionale compreso, la situazione è peggiorata. E questo sia perché sono aumentate le attività commerciali e professionali aperte al pubblico e sia perché, per pigrizia o per comodità, le auto vengono lasciate in strada anzicchè parcheggiate in rimesse o garages o in spazi trasformate in tavernette o B&B. Franco Lasala radiografa luoghi e spazi destinati a parcheggi e propone la edificazione di altri, magari utilizzando gli spazi sottostanti ai giardini.Se ne era parlato nella Prima Repubblica per la villa comunale e per il “boschetto’’ di via Lucana ma non se ne è mai fatto nulla. E poi ci sono i progetti dimenticati o falliti…per il fallimento di imprese, come quelle di via Gramsci con risorse tornate al mittente, o per incapacità degli amministratori e dei tecnici a programmare gli interventi. Buona lettura…

 

 

                                          La città ha fame di parcheggi….

 

Oggi, abitare, o avere attività commerciale o professionale nel centro storico è difficoltoso per mancanza di parcheggi: dalle ore 9,30 tutti full! Unico parcheggio disponibile area Fal Piazza Matteotti.

E’ giusto ed è civile chiudere al traffico alcune strade (è opportuno estendere le aree pedonali in Via Roma sud, Via XX Settembre fino all’angolo di Via Lucana), Via A.Persio, Via Don Minzoni (dividendola a mezzo cordoli pedonale e carrabile).

Vorrei ricordare ai nostri concittadini, che il parcheggio sottostante il Municipio, fu finanziato con i fondi della “Cassa per il Mezzogiorno”, realizzato dall’impresa Geom.Ferrara a tempi di record!

Perché è utilizzato a titolo gratuito dagli impiegati del Comune da tantissimi anni? Può passare il ricovero dei mezzi della Casa comunale “chiudendo un occhio”; ma è  l’abuso da parte di tutti gli impiegati da condannare! E’ vergognoso che nel trentennio nessuno se n’è interessato.

Bhe, signori miei,  rendiamolo aperto al pubblico H 24 previo pagamento del tiket.

Ad onor del vero,  qualche mese fa si paventava l’ipotesi  da parte del’Amministrazione, di realizzare parcheggio abbattendo la scuola Torraca. Levata di scudi da parte del Consiglio Istituto, la scuola non si sposta c/o area ex centrale del latte! Bravi professori! Al bene comune non se ne frega niente e nessuno! Trogloditi tornatevene nelle caverne!

Leggendo  il masterplan degli investimenti non trovo nessun capitolo di spesa x la realizzazione di parcheggi. Bravi!

Andando indietro di un 30° in Via Gramsci doveva essere realizzato. Vi è ancora cartello sbiadito 100 Mt.  prima della chiesa di Cristo Re. I tecnici dicono: vi sono problemi… Bho…. Porta la firma del grande Renzo Piano dell’opera fantastica (aeroporto Kansai situato su un’isola artificiale  nel Mar del Giappone), realizzata nel 1994, e in Via Gramsci i problemi non sono risolvibili da parte degli ingegneri con la I maiuscola?

Altre aree  disponibili per realizzare parcheggi:

  • La benedetta villa comunale che è tutta tranne che un bel giardino. Mal tenuta, abbandonata a se stessa. Si possono realizzare parcheggi interrati e giardino sovrastante (vedi Quartiere 4 di Firenze);
  • Via Cappelluti: uffici regionali. L’area è vasta, l’edificio è semi-vuoto. Potrebbe essere una soluzione.                                                                                          

 

  1. Mi domando: “Il beneficio che ha avuto questa città dal personale riveniente dalle pessime amministrazioni pubbliche, qualcuna stipendiata a € 150.000 lordi, qualche altro a € 90.000. Cosa hanno prodotto di utile in questi tre anni? Quest’ultimi non conoscono neanche la parola “copia e incolla”.
  2.                                                         Franco Lasala