I Comuni della rete del “Patto d’Azione Città d’Arte e Via Bradanica della Cultura”, sottoscritto circa un anno fa, sono a lavoro per candidare un nuovo progetto da sottoporre all’attenzione del Consiglio dei Ministri.

In un incontro tenutosi presso il Comune di Tricarico  qualche giorno fa,  su impulso del Sindaco Dott.ssa Marchisella, alla presenza dei rappresentanti del Comune ospitante e dei Comuni di Matera, Irsina, Bernalda, Montescaglioso, Venosa, Acerenza e Ripacandida, si è deciso di elaborare un progetto ambizioso da candidare come opportunità di sviluppo del territorio e da sottoporre al Presidente del Consiglio nella sua imminente visita nella Città dei Sassi.

La Via Bradanica della Cultura coinvolge i Comuni che vanno da Metaponto/Bernalda sino a Melfi, centri di qualità dal punto di vista urbanistico e storico e che dispongono di un patrimonio culturale di inestimabile valore (dalle Cattedrali ai Castelli, da affreschi e chiese rupestri a personaggi illustri).

La rete che comprende in particolare, le Città di Matera, Irsina, Acerenza, Forenza, Melfi, Miglionico, Montescaglioso, Tricarico, Ripacandida, Venosa e Bernalda (per il sito di Metaponto), ha l’ambizioso scopo di creare un circuito turistico culturale lungo l’asse bradanico facendo leva sugli elementi di unicità e universalità (Orazio, Gesualdo, Federico II, Pitagora, Mantegna, Rocco Scotellaro, ecc.) e costruire stabili luoghi di attrazione così come sottolineato dal Sindaco di Matera De Ruggieri.

Lina Marchisella, Sindaco di Tricarico, ha evidenziato la necessità di accelerare la formalizzazione dell’idea progettuale per valorizzare la rete tra i Comuni  rientranti in un’area bellissima della Basilicata.

Al  Comune di Irsina, ente capofila della rete, è stato affidato il compito di predisporre una proposta che contenga la strategia di azione per valorizzare la rete.

Il Sindaco della Città di Irsina, Nicola Massimo Morea, ha espresso soddisfazione per l’accelerazione data alla costituzione di una rete tra le città d’arte e la promozione di un circuito che partendo dalle eccellenze e dalle unicità si traduca in investimenti e nella realizzazione di poli di attrattività suscettibili di ulteriori e rilevanti sviluppi in ambito turistico.

Impostazione pienamente condivisa anche negli interventi dei rappresentanti di tutti i Comuni presenti che hanno espresso la necessità di procedere in maniera spedita.

Su proposta dell’Assessore alla cultura del Comune di Irsina Anna Maria Amenta, nonché Consigliere della Provincia di Matera, si è inteso implementare le attività di programma all’interno del piano strategico territoriale usufruendo dell’attività di assistenza tecnica, funzione nuova e fondamentale attribuita dalla Legge Delrio alle Province.