Per chi è di San Mauro Forte la “morra” è parte del proprio bagaglio culturale, identitaria quasi alla pari del “campanaccio”. Anche se non la si è mai praticata direttamente. Perchè è da sempre stata presente (insieme alle “timm-tomm”, ovvero le altalene di corda appese alle alti querce) a Piano dei Campi, luogo in cui  si trascorre il fuori porta a Pasquetta, o di qualsivoglia altra occasione conviviale e/o di festa.

Così come da sempre è stata una prassi con cui si concludono le cenette nelle centinaia di cantine scavate nel tufo ed esposte al nord del paese. Luoghi destinati alla custodia e consumo del buon vino locale. Affollati  in queste settimane di vendemmia e poi in modo diffuso durante l’anno in cui l’elisir di Bacco verrà consumato.

Il video di Enzo Santochirico (sanmaurese prima che Presidente della Fondazione Sassi), rilanciato sul web ed ora ripreso dalla testata nazionale Repubblica.it  (https://video.repubblica.it/cronaca/matera-la-morra-e-i-numeri-urlati-il-gioco-popolare-e-uno-show/313599/314227?videorepmobile=1) testimonia come, ancora in queste settimane d’estate, questo “gioco” (singolo o di squadra) sanguigno e spettacolare, rimanga vivo e fatto proprio dalle nuove generazioni che si susseguono (come ogni tradizione che si rispetti).

Contrariamente alla sua apparente “brutalità” e “rozzezza”, trattasi di un gioco che richiede molta abilità e delle buone attitudini psicologiche nello studio dell’avversario, in modo da indurlo a “tirare” il numero che noi ci “aspettiamo”.

Perchè ogni giocatore non particolarmente scaltro ha una sua dannata ripetitività in cui casca puntualmente e che si rivela essere il tallone d’Achille in cui il paziente abile avversario aspetta di colpire.

 

A seguire il testo a corredo del video pubblicato oggi da Repubblica, grazie ad Alessanda Del Zotto:

5 SETTEMBRE 2018
Matera, la morra e i numeri urlati: il gioco popolare è uno show

“La morra è un gioco antichissimo, praticato fin dai tempi dell’antica Roma e ancora diffuso in molte regioni italiane. Come in Basilicata. In questo video si possono vedere in azione i partecipanti di un torneo di morra a San Mauro Forte, in provincia di Matera.

“É un gioco tipico delle taverne. Ci si gioca da bere. A San Mauro Forte, in Basilicata, si gioca nella “grotta” (cantina privata) o in occasioni conviviali”, spiega Vincenzo Santochirico, Presidente Fondazione Sassi di Matera, autore del video.

Le regole sono molto semplici, ma possono variare di regione in regione: due giocatori abbassano contemporaneamente il pugno distendendo una o più dita e gridando un numero da 2 a 10. Se il numero indicato corrisponde alla somma delle dita distese si segna un punto a favore di chi ha indovinato. Se la somma è indovinata da entrambi, il colpo è nullo. Nonostante sia un gioco pacifico, in passato la morra è stata colpita da divieti perché legata al gioco d’azzardo.

Video: Vincenzo Santochirico, presidente Fondazione Sassi di Matera”

Lo stesso video, oltre che da Repubblica, è stato ripreso anche da Panorama come si vede da questo link ((https://video.panorama.it/video-divertenti-filmati-divertentissimi/morra-piazza-san-mauro-forte-video/) che in merito scrive:

LA “MORRA” IN PIAZZA A SAN MAURO FORTE | VIDEO

Uno dei giochi tradizionali soprattutto al sud è la morra che sembra sopravvivere anche all’era digitale. Guardate cosa succede in questo borgo della Basilicata

La “morra” è molto più di un gioco o di una sfida. E’ tradizione, cultura, storia. Questo video che sta diventando virale ci mostra una sfida “all’ultimo punto” a morra tra due gruppi di ragazzi e uomini a San Mauro Forte, provincia di Matera, uno di quei piccoli grandi borghi che rendono il nostro paese davvero unico. Gesti, grida, parole che per molti di noi possono essere anche poco comprensibili anche perché la morra si gioca rigorosamente in dialetto.

La sfida va avanti per diversi minuti con le due squadre ed un arbitro che oltre a tenere il punteggio vigili sulla correttezza della partita.

(facebook/Vincenzo Santochirico)

….con un aggiornamento in corsa, registriamo anche la pubblicazione del video sul sito de Il Fatto Quotidiano” di Marco Travaglio, con il testo a seguire (https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/05/matera-tra-urla-e-gesti-la-sfida-in-piazza-a-morra-diventa-uno-show-e-il-gioco-popolare-e-da-ridere/4605404/):

IlFattoQuotidiano.it / Curiosità
Matera, tra urla e gesti la sfida in piazza a morra diventa uno show. E il gioco popolare è da ridere

A San Mauro Forte, in provincia di Matera, i cittadini scendono in piazza per giocare alla morra. Il video è stato pubblicato su Facebook dal presidente della Fondazione Sassi, Vincenzo Santochirico. Il gioco, con le urla dei numeri in dialetto, è uno show (divertente), tanto che solo sui social è stato visto da centinaia di migliaia di persone.

….ed eccolo, infine, il video che sta girando a mille sul web