Anche la Cisl di Basilicata in difesa del lento declino della biblioteca provinciale di Matera.

Un patrimonio da difendere senza se e senza ma, che rischia non solo di perdere la sua funzione primaria ma anche di far perdere un ingente tesoro di informazioni storico-librarie.

Di seguito il comunicato stampa

La Biblioteca Provinciale T. Stigliani rappresenta  la memoria storico culturale della nostra città, è giunta l’ora sostiene  il Segretario Generale della Cisl  Fp di Basilicata, Giuseppe Bollettino, di porre in essere ogni iniziativa  per il suo rilancio organizzativo-strutturale.

La Regione e la Provincia di Matera pertanto, devono portare a compimento in tempi rapidi  il progetto di integrazione del personale, che va adeguatamente formato, per poter esercitare a pieno, le sue funzioni lavorative al servizio della istituzione culturale allocata all’interno dell’ex convento dell’ Annunziata. Senza trascurare poi le professionalità interne da valorizzare, che rappresentano la memoria storica della Biblioteca e che hanno assicurato la funzionalità dei servizi con umiltà e senso di responsabilità. Quindi in un progetto che va verso la riorganizzazione di una istituzione culturale come quella della Biblioteca è necessario considerare tutti questi elementi che sono il punto cardine per l’efficienza dei servizi da offrire ai cittadini.

Bisogna avere la capacità, continua Bollettino e di questo i sindacati devono farsi carico, di restituire la struttura al suo originale compito, ossia quello di volano e di punto di, riferimento della cultura in favore delle nuove generazioni e dell’intera comunità.

Ottimizzare la Biblioteca, garantendo un’apertura più ampia al pubblico, offrire nuovi servizi e maggior facilità di utilizzo dell’enorme patrimonio bibliotecario, diventa la strada maestra da intraprendere subito, con l’ausilio e la coesione di tutte le forze sociali della città, chiamate ad un ruolo propulsivo, in vista dell’imminente e importane evento di Matera Capitale della Cultura 2019.