Riportiamo di seguito una presa di posizione del gruppo consiliare di opposizione di Montalbano Jonico in merito al presunto mancato rispetto da parte dell’amministrazione cittadina delle regole che, invece, valgono per tutti i cittadini.

Comunicato – Stampa

E’ noto che se un privato cittadino apre una pratica edilizia presso il Comune per un’opera edilizia anche minima (per esempio: l’allargamento di una finestra) non può iniziare i lavori se non ottiene prima il parere favorevole della Commissione comunale per il paesaggio e i beni architettonici e poi il parere favorevole definitivo della Soprintendenza ai BB.AA. di Potenza (organismo statale di dipendenza dal Ministero dei Beni Culturali).
A Montalbano Jonico, l’Amministrazione comunale non applica a sé stessa le regole che pretende siano rispettate dai privati cittadini. E’ accaduto quando sono state espiantate e pesantemente capitozzate decine e decine di alberi lungo Via Pandosia; è capitato anche per il belvedere (si fa per dire) di Via Pandosia, cioè un cumulo di cemento e di barriere architettoniche che oltraggia i calanchi con il suo “affaccio” improprio.

PICCOLA CRONISTORIA:
Sabato 17 dicembre 2016, alle ore 19.30, è stata inaugurata una sorta di balconata di cemento e gradini senza rampe per disabili che si affaccia sulla Riserva regionale dei calanchi con tanto di pompa magna. Quando si inaugura un’opera la logica vuole che essa sia stata già completata.
A quella data, però, non esisteva ancora né il parere di compatibilità ambientale provvisorio della commissione comunale, né il parere definitivo della Soprintendenza. Se un cittadino privato avesse fatto una cosa del genere sarebbe stato denunciato per un reato di abuso e si sarebbe visto recapitare un’ordinanza di abbattimento. Lo fa il Comune tutto va bene.
A questo segue anche un’assoluta carenza di trasparenza perché il gruppo consiliare di INSIEME PER MONTALBANO ha chiesto l’accesso agli atti due volte: il 26 settembre 2016 e il 20 ottobre 2016. Gli atti sono stati forniti con la seguente cronologia: a) Parere Soprintendenza in data 7 dicembre 2016; b) Parere Commissione comunale in data 25 ottobre 2016. PERCHE’ TANTO TEMPO? E’ ovvio perché hanno iniziato l’opera e l’hanno conclusa, anzi l’hanno persino inaugurata, senza avere i prescritti pareri.
Sono tanti i proverbi che possono adattarsi a queste ricorrenti situazioni: “Il lupo perde il pelo ma non perde il vizio” (L’hanno fatto due volte: col taglio degli alberi e con il belvedere). “Due pesi e due misure”: una rigorosa e sanzionatoria per i cittadini, l’altra omissiva per se stessa.
Ufficio – Stampa
INSIEME PER MONTALBANO

Montalbano Jonico lì 30.12.2016.