Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella città dei Sassi, ha presentato  in mattinata la cattedra Maritain –  con l’avvio dei Corso di Alti Studi Mediterranei – Pace e dialogo tra le culture e le religioni del Mediterraneo.

“Siamo onorati che il Presidente della Repubblica Mattarella abbia voluto riconoscere attenzione ad un percorso avviato già dal 2010 con l’Istituto internazionale Maritain, Mibact, Regione Basilicata–Ufficio Sistemi culturali e turistici. Cooperazione euro mediterranea, Comuni della Regione, Unibas per la costruzione di una summer school sull’euromediterraneo insieme al corso denominato Alti studi Mediterranei intitolato “Pace e dialogo tra le culture e le religioni del Mediterraneo. La scelta che abbiamo condotto –  ha dichiarato il Segretario generale Gennaro Curcio – risiede una importanza che va oltre la riflessione filosofica, poiché investe piani di riflessioni trasversali, da sempre elemento caratterizzante gli strumenti d’analisi del pensiero mariteniano.”

“Un evento di altissimo profilo – ha dichiarato il Presidente della regione Basilicata Marcello Pittella -, una visita che ci inorgoglisce e rispetto alla quale   manifestiamo la nostra  gratitudine alla massima carica della Repubblica che ha voluto, in maniera tanto plastica, rendere il senso della condivisione delle scelte. Avviamo qui in Basilicata un percorso che guarda a questo grande spazio comune, qual è il Mediterraneo, un luogo non solo geografico, ma anche di incontro e, purtroppo oggi, di scontro, fra le genti le cui terre ivi si affacciano. La volontà di proseguire nella meritoria azione di promozione della solidarietà fra i popoli deve proseguire, trovando oggi nuova linfa nel pensiero maritaniano, simbolo di dialogo fra le religioni ed i popoli”.

La scelta di sostenere  il “Corso di Alti Studi Mediterranei” si spiega con il contributo di assoluto rilievo che una attività di così elevato profilo di sicuro saprà ridare al territorio. Matera e la Basilicata  – ha evidenziato Patrizia Minardi, Dirigente Regione Basilicata – Ufficio sistemi culturali e turistici – diventano laboratori per l’elaborazione di un pensiero globale, in grado di evidenziare le ragioni di uno sviluppo che guardi a paesi che naturalmente compongono un più grande spazio comune, col quale dobbiamo saper costruire relazioni  basate su comuni prospettive di intesa. Infine occorre evidenziare come una simile attività si inserisca in maniera coerente all’interno della  prossima Summer school, già avviata per tre edizioni dalla Regione Basilicata, e che oggi trova una sintonia con il Maritain, andando a costituire un’unica proposta”

 

Il Corso di Alti Studi Mediterranei-Pace e dialogo tra le culture e le religioni del Mediterraneo avrà la durata di due settimane dal 17 al 31 luglio 2017; è aperto agli studenti delle Università delle due sponde del Mediterraneo con una formazione di base in scienze umane e sociali. Si presenta articolato in due parti: la mattina lezioni frontali nei comuni di Matera – Potenza – San Chirico Raparo, con docenti italiani e stranieri mentre il pomeriggio è dedicato ad attività diversificate (seminari, laboratori, conferenze, visite culturali nei comuni di Venosa, Aliano, Nova Siri, Grumento Nova, Castelmezzano). Agli studenti verrà assegnata una borsa di studio comprendente il vitto e l’alloggio. Al termine del Corso sarà rilasciato un attestato di frequenza.