Giovani imprenditori del comparti agricolo crescono.

Un’affollata assemblea di giovani, aderenti ad “Giovani Impresa” di  Coldiretti, si è svolta nella sala riunioni di Coldiretti Basilicata a Potenza, per confrontarsi con i tecnici della più grande organizzazione agricola della Basilicata, nonché d’Italia. Al centro dell’incontro le opportunità che il Programma di sviluppo rurale offre ai giovani che intendono impegnarsi   in agricoltura nonché come le indicazioni su come  gestire dal punto vista fiscale in modo corretto l’attività agricola. Sono stati poi approfonditi gli aspetti legati al credito agricolo sempre pieno di insidie, accompagnati da Creditagri il grande consorzio fidi promosso dalla Coldiretti a disposizione di tutte le imprese agricole. E’ intervenuto Aldo Mattia, il direttore di Coldiretti Basilicata che oltre a rimarcare la buona attività dei vari settori della federazione lucana, afferenti i vari servizi,  ha evidenziato “la grande azione politica sindacale a sostegno delle imprese lucane sia sul territorio regionale che nazionale”, evidenziando “i vari progetti di filiera del latte, dei cereali e della carne che sono la nuova frontiera dell’agricoltura”. Mattia ha poi esaltato “l’opportunità che offre ai giovani la vendita diretta evidenziando come i mercati di ‘Campagna Amica’ non siano più integrazione al reddito, bensì il reddito, non trascurando la locale vertenza sull’emergenza fauna selvatica e il tentativo di sburocratizzare la burocrazia con la richiesta di riconoscimento di più autonomia per gli attuali centri di assistenza agricola”. Grande l’entusiasmo dei giovani che nell’ampio dibattito hanno sostenuto e condiviso l’azione di Coldiretti.