Sono tante le professionalità turistiche che tutti i giorni in Basilicata operano nei servizi di guida, accompagnamento, escursionismo, interpretariato e che, soprattutto a Matera, devono fare i conti con l’abusivismo palese e mascherato da figure ‘’ibride’’ o da i tour ‘’tutto compreso’’ che da altre regioni by passano quanti operano nella Città dei Sassi e per gli itinerari che devono raggiungere altri itinerari. L’abusivismo e la concorrenza sleale, purtroppo, sono fenomeni mai stroncati e i risultati si notano con il malumore e le segnalazioni fatte da turisti raggirati o delusi dalla ‘’mediocrità’’ – è un eufemismo- di quello che viene fatto pagare loro nella “capitale europea della cultura’’. Ma ci sono giovani, e questo non va sottaciuto, che premono perché si facciano altri corsi attraverso bandi. In Provincia di Matera l’ultimo fu fatto con la precedente Amministrazione. Ogni tanto se ne riparla, ma la materia a volte scantonata nelle direttive regionali o ministeriali e,pertanto, se ne riparlerà probabilmente dopo che si conoscerà la sorte delle Province dopo il referendum costituzionale proposto dal governo. Nel frattempo Nino Sangerardi ci fa sapere che per il bando di guide sono giunte 6547 domande. Un esercito o quasi…untitled

Regione Puglia,6547 domande per l’esame di guida turistica

di Nino Sangerardi

Si sono chiuse ieri le procedure di iscrizione per la presentazione delle domande di ammissione all’esame di abilitazione per guida turistica e accompagnatore turistico della Puglia. Le domande sono state presentate con modalità esclusivamente telematica alla Regione Puglia, attraverso la piattaforma www.bandiregionaliturismo.viaggiareinpuglia.it . Il sistema, attivo dalle ore 12 del 11 ottobre 2016 , è stato disattivato, per la scadenza dei termini alle ore 23.59 del 10 novembre.
Per la figura professionale di guida turistica sono pervenute 4457 domande mentre per la figura professionale di Accompagnatore turistico sono pervenute 2090 domande, per un totale di 6547 iscritti.

L’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, ha espresso viva soddisfazione per il grande interesse mostrato per una professione di vitale importanza per lo sviluppo del turismo in Puglia: “Guide ed accompagnatori turistici preparati sono indispensabili per garantire un’accoglienza ai turisti che vengono in Puglia. Sono loro a raccontare in prima persona il territorio, a far scoprire i luoghi, la storia, la cultura, le curiosità della Puglia e rappresentano un biglietto da visita fondamentale per il turismo. Ed è importante che siano iscritti ad un albo regionale che ne garantisca la professionalità. Oggi i turisti trovano già tutto sulla rete e si informano già prima di cominciare il viaggio. Per questo una buona guida, oltre a conoscere bene il territorio e le lingue straniere, deve saper instaurare un rapporto proficuo e dare quel quid in più di conoscenza del territorio,della storia, delle tradizioni, dei modi di vivere e di pensare. In bocca al lupo per l’esame di abilitazione!”