E’ partito ufficialmente nei giorni scorsi il Progetto Vigile per un Giorno giunto alla sua nona edizione promosso dalla Fidas Grassano in collaborazione con l’Istituto Comprensivo A. Ilvento, l’Amministrazione Comunale e la Polizia Locale e rivolto agli alunni delle classi quinte della scuola Primaria. Un format consolidato con  una lezione teorica sul Codice della Strada  tenuta dal personale del Corpo della Polizia Locale  per poi passare alla fase pratica che prevede da parte degli alunni la collaborazione ai Vigili nella direzione del traffico giornaliero all’orario di entrata e uscita da scuola.  Questo  progetto “ ha spiegato la presidente Fidas Grassano Antonietta Tortorelli “ rappresenta per i ragazzi una bellissima esperienza. Siamo giunti al nono anno e suscita sia per noi della Fidas che per i baby vigili  emozioni sempre nuove. Il messaggio che desideriamo veicolare è : impara a conoscere i pericoli della strada,  cerca di evitarli per non rincorrere le emergenze sangue”. Per l’edizione 2018 anche la Dirigente Scolastica Marcella Anna Marsico ha voluto indossare i panni del Vigile  dividendo  il turno di lavoro con un’alunna. “ A parte il freddo” ha esordito la Professoressa Marsico “ è stata una vera emozione vivere l’incrocio da protagonista e poterlo osservare con occhi diversi, no da pedone e nemmeno da automobilista,  ma nel ruolo di  chi quotidianamente lo fa a servizio della comunità e per la tutela e la sicurezza delle persone.   Questo progetto mi è piaciuto sin dal  primo momento che sono arrivata a Grassano tant’è che quest’anno l’ho inserito in un progetto  PON perché lo ritengo molto educativo per i ragazzi. Il rispetto delle regole, il senso di responsabilità, la condivisione, il messaggio della donazione come atto d’amore per aiutare il prossimo, sono tutti elementi che gli stessi ragazzi a fine anno ci hanno fatto notare attraverso i loro temi e disegni”. Questo progetto così com’è strutturato risulta essere unico perché i ragazzi alle ore 8.00 arrivano nel Comando della Polizia Locale indossano pettorina, fischietto e paletta, e insieme ai Vigili si recano nell’incrocio. Stessa cosa per l’orario di uscita alle 13.30. La parte più attesa dai ragazzi è che a fine turno vengono accompagnati a casa con la “Macchina di Servizio”.