“Il Consiglio di Stato si è pronunciato con propria Sentenza (la n. 02574/2018REG del 27/04/2018) con la quale stabilisce che gli stabilimenti balneari hanno diritto a restare aperti tutto l’anno e che quindi a fine stagione non dovranno smontare le loro strutture.”

Lo rende noto con soddisfazione la Confesercenti di Matera che in un comunicato stampa sottolinea come: “La loro presenza, per la Suprema Corte, svolge un ruolo di tutela del territorio e non crea nocumento al paesaggio.
Pertanto niente più complesse e particolari operazioni di installazione e rimozione di strutture (che tra l’altro comportano gravi costi per il gestore) purchè le stesse siano di facile amovibilità e pertanto dovranno essere rimosse allo scadere della concessione demaniale. Non secondari, secondo l’Alta Corte i danni ambientali provocati dal continuo montaggio e smontaggio delle strutture, che quindi, dovrebbero rimanere montate anche per ridurre l’impatto dovuto ai lavori continui.”

Positivi i commenti dei balneari materani che ora vedeno legittimato un proprio diritto già sancito dalla Regione Basilicata lo scorso anno in vista della nomina di Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019.