La festa della Bruna 2018 avrà il consueto luna park nonostante le peripezie legate ai lavori per lo spostamento del tronco fognante e la realizzazione del muro di consolidamento nell’area Fal di piazza della Visitazione, propedeutici alla realizzazione della nuova stazione con tanto di pensilina avveniristica. Polemiche a parte sulla opportunità, tempistica e sulle procedure di quell’intervento, i sopralluoghi tecnici del Comune propenderebbero-in attesa della ufficialità- per la scelta del versante della piazza prospicente al Tribunale e all’ingresso della Motorizzazione civile. E’ chiaro,a lume di naso, che non tutte le attrazioni potranno trovarvi posto. A meno che non si decida, una tantum, di utilizzare l’area incolta tra il Tribunale e l’istituto tecnico commerciale Antonio Loperfido, dove due anni fa fu ospitata – pur tra qualche polemica- una iniziativa dell’associazione regionale allevatori. Non mancano le provocazioni, che abbiamo raccolte e che proponiamo. La ruota panoramica per esempio potrebbe raggiungere piazza Vittorio Veneto, all’ingresso di via San Biagio, e la cassa armonica ”una tantum” potrebbe essere collocata in piazza San Giovanni. Provocazioni…Eppure nella inconcludenza e nelle vaghe promesse di politici e di rappresentati dell’imprenditoria si era detto, promesso e assicurato che Matera si sarebbe dotata di un campo fiere per ospitare gli spettacoli viaggianti o iniziative come ” Matera è fiera”, sfrattata due anni fa e che dal 31 agosto al 2 settembre 2018 si svolgerà nella versione di ”Murgia è fiera ” a Gravina di Puglia ( Bari). Due pesi e due misure. E non è solo demerito delle amministrazioni comunali,che si susseguono di ogni colore e marmellata, ma anche di rappresentanti del mondo imprenditoriale che da tempo hanno perso credibilità. E’ il caso di dire che ” è tutta una giostra” e che ci sono i furbi che non pagano il biglietto. E allora la ruota in Piazza, a pagamento, ci può anche stare…Provocazione? Che ne pensate?