Sono da sempre i paladini per la nostra sicurezza sulle strade e meritano, senz’altro la considerazione di tutti, per la professionalità, gli utili consigli dispensati a tutela della nostra e dell’altrui incolumità. Ci riferiamo alla Polizia stradale o alla ”Stradale”, come è abituato a indicarla quanti i capelli li hanno grigi o bianchi o li hanno persi per sempre. Personalmente ne ho un ricordo diretto, che affonda le immagini nella Prima Repubblica, quando la Polizia stradale a Matera aveva caserma e rimessa in via Tasso a ridosso della Questura. Gli agenti uscivano con il casco a scodella su rombanti Moto Guzzi verde oliva e con la paletta negli stivali. Altri a bordo della Alfa Giulia TI o 1300 con i lampeggianti , di una Fiat 1500 ”familiare” , poi la livrea è cambiata in quella bianca e azzurra e da questi parti, sia per un momento espositivo, abbiamo ammirato anche la Lamborghini utilizzata per le emergenze. Quelle pattuglie hanno scritto tante belle pagine di ”solidarietà” in occasione di incidenti stradali o di altre calamità, con un invito cortese a curiosi e perditempo “…abbiate pazienza, fateci lavorare”, seguito dal tradizionale ” Circolare, prego!” Un grazie doveroso per quanto fatto e faranno ancora. La emissione di un francobollo e la pubblicazione di un ” Quaderno’ sulla storia del Corpo, oltre al ”corto” con la voce narrante di Ricky Tognazzi sono un evento da celebrare con i lampeggianti accesi.

LA NOTA UFFICIALE DELLA PRESENTAZIONE A ROMA

Un “viaggio” nella storia della Polizia Stradale

attraverso le immagini

ed il racconto dei poliziotti in pensione.

Roma, 28 novembre 2017

Si è celebrata oggi a Roma, presso il Compartimento Polizia Stradale del Lazio, alla presenza del Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli, la cerimonia conclusiva del 70° anniversario della fondazione della Polizia Stradale, all’insegna dei valori istituzionali e della tradizione.

Una tradizione che accompagna da tempo la vita delle donne e gli uomini della Polizia Stradale che a Roma, ogni anno, in occasione dell’anniversario dalla fondazione della Specialità, incontrano i colleghi andati in pensione negli anni passati e, insieme a loro, salutano i neo pensionati.

Un filo conduttore che lega il passato al presente e che la cerimonia conclusiva del 70°, con la partecipazione di pensionati da tutta Italia, ha trasformato in un vero e proprio “viaggio nel tempo”, attraverso l’esposizione dei mezzi storici, accanto ai veicoli di ultima generazione, ma anche attraverso le immagini, che hanno descritto la trasformazione nel tempo di un’istituzione che ha accompagnato i più importanti eventi della storia del nostro Paese.

La storia della Polizia Stradale “dalla Costituzione al terzo millennio”, narrata dalla voce di Ricky Tognazzi nel docufilm del regista Stefano Ribaldi, è stata poi raccontata anche attraverso i ricordi e le emozioni di alcuni pensionati che hanno pattugliato le strade del nostro Paese quando molte di esse erano ancora sterrate.

Nell’occasione, il Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Antonello Giacomelli ha presentato il francobollo del 70^ Anniversario, realizzato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che raffigura alcuni momenti significativi del lavoro della specialità sulle strade italiane. Il francobollo, con l’annullo speciale del 70^, esposto nello stand allestito per l’occasione da Poste Italiane, sarà in vendita presso tutti gli uffici postali e i negozi specializzati.

Un’atmosfera festosa in cui è stato presentato anche il “Quaderno storico della Polizia Stradale“, dove la storia della Specialità è stata raccontata dall’Ufficio Storico della Polizia di Stato.

Da quel 26 novembre 1947 la “strada” è stata lunga e la Polizia Stradale del nuovo millennio, forte delle sue tradizioni, è pronta ad affrontare le sfide del futuro: garantire la sicurezza delle strade e autostrade italiane e ridurre gli incidenti stradali.