Fondazione MT -Basilicata 2019 al lavoro nella ricorrenza di Santa Lucia,Un lungo elenco di cose da fare, tra bilanci approvati, consolidamento del budget con sponsor da individuare e progetti in loco da concretizzare, ma che hanno lasciato una scia di polemiche non ancora sopite : dalla Cava del Sole all’Open Design School al ”coordinamento” del progetto – su incarico regionale, a quanto pare- per il Palazzo dell’Annunziata, per renderlo ”un luogo interdisciplinare” dove si uniscono la sede della Biblioteca, quella del progetto dell’APT “Basilicata OpenSpace” e il Community Center di Matera 2019.   Attendiamo sviluppi e un quadro di riferimento preciso per saperne di più, anche perchè tante funzioni nel Palazzo dell’Annunziata- che ha già una sua destinazione d’uso e contenuti definiti- rischiano di far saltare obiettivi che vanno consolidati e rilanciati, ma senza perdite di identità e stravolgimenti. Bene la notizia dell’apertura di un infopoint, del quale abbiamo dato notizia in passato, presso l’aeroporto di Bari-Palese in sinergia con l’Apt. E speriamo che questa volta il personale sia composto da professionalità materane e non di atro contesto come capitato per la selezione fatta dal Formez per l’infopoint di Matera (aprirà nelle prossime settimane) dell’Azienda di promozione turistica. Le selezioni hanno portato alla individuazione, dopo colloqui,e a seguito di un bando del mese scorso, di quattro professionalità : tre della provincia di Potenza; uno del comprensorio del Lagonegrese e uno dalla provincia di Matera. Nulla questio sulle professionalità scelte, ma constatare che non ci sia nemmeno un materano o una materana in un punto di informazione turistica a gestione pubblica, qualche perplessità la desta. Speriamo che per la struttura aeroportuale le cose cambino, anche perchè la città ha avuto già modo di ripiegarsi negativamente sulla vicenda dei concorsi al Comune per l’arrivo di professionalità da altre province, attingendo dalle graduatorie di altri centri e sopratutto del Potentino. E questo perchè, va precisato, il Comune di Matera non espleta concorsi da alcuni anni. Stessa solfa ma con percentuali diverse alla Asm, dove i vincintori dei concorsi sono per gran parte della provincia di Potenza. Più bravi? Anche. Il piatto piange visto che la percentuale di materani, che si tratti di tecnici o giornalisti, è pari allo zero o quasi. Per carità nessuna corsia preferenziale. Ma su questi temi, stranamente, la politica locale per opportunismo, allineamento ed esigenze elettorali tace. La Fondazione annuncia altre ricerche di personale, di esperti, di agenzie di comunicazione e di potenziamento dell’organigramma. Trasparenza, prima di tutto.

 

Matera 2019, resoconto del Cda del 14 dicembre 2017

Si è svolta ieri pomeriggio, 14 dicembre 2017, presso il Comune di Matera, la seduta congiunta del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Matera Basilicata 2019. All’incontro erano presenti la Presidente della Fondazione e Rettrice dell’Università degli Studi della Basilicata, Aurelia Sole, il Presidente della Provincia di Matera, Francesco De Giacomo, il Sen. Salvatore Adduce su delega permanente del Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella e il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri in qualità di componente del Consiglio di Indirizzo. Hanno partecipato altresì il Direttore della Fondazione, Paolo Verri, il Manager Amministrativo e Finanziario, Giuseppe Romaniello, la Manager Sviluppo e Relazioni, Rossella Tarantino.

Il Consiglio di Amministrazione e il Consiglio di Indirizzo, in seduta congiunta, hanno approvato all’unanimità tre documenti fondamentali per il prosieguo delle attività della Fondazione: il bilancio di previsione 2018, il piano di attività annuale  2018 e quello pluriennale 2018- 2020.

Rispetto alle azioni da mettere in campo nel 2018, gli obiettivi principali sono il consolidamento del budget, la verifica dei luoghi in cui svolgere le attività della Fondazione e le manifestazioni del programma culturale, l’incremento del personale, l’apertura della Open Design School, la pubblicazione del bando per l’allestimento di Cava del Sole, il coordinamento del progetto per Palazzo dell’Annunziata volto a rendere questo un luogo interdisciplinare dove si uniscono la sede della Biblioteca, quella del progetto dell’APT “Basilicata OpenSpace” e il Community Center di Matera 2019.

Il piano delle attività previste per il 2018 e 2019 prevede la realizzazione di grandi eventi e delle 50 produzioni originali in co-creazione con partner locali e in coproduzione con partner europei e nazionali. Continueranno le attività di build up con l’ausilio dei Linkers e Makers per arrivare a un programma di altissima qualità e saranno allargate le attività di networking per rafforzare la dimensione europea e favorire la collaborazione con Plovdiv e le altre ECOC con cui si stanno sviluppando progetti di diverso tipo. Per le attività di comunicazione, al fine di convogliare turisti, lanciare gli eventi e informare sul programma, si prevede di generare 145 milioni di contatti con l’ausilio di partenariati, attività del web team, media tradizionali e online, presenza nelle principali stazioni ferroviarie e negli hub aeroportuali. In merito alle attività di sponsorizzazione, l’obiettivo è quello di raggiungere 3 milioni di euro dalle sponsorizzazioni a fronte di un massimo di 19 sponsor (5 gold, 5 silver e 5 bronze) per tagli di intervento da 300, 150 e 50 mila euro l’anno a seconda della tipologia. Per ciò che concerne la bigliettazione, verrà realizzato un “passaporto 2019” quale unico ticket di ingresso che, al simbolico prezzo di 19 euro, consentirà di accedere a tutte le attività organizzate dalla Fondazione per tutto il 2019.

Il Cda ha poi approvato il Regolamento di organizzazione e di funzionamento della Fondazione Matera Basilicata 2019, che disciplina la struttura organizzativa attuale della Fondazione, individuando compiti ed attribuzioni della struttura e definendo le attività, i compiti e le funzioni degli organi sociali e delle singole aree di management.

In relazione al tema della gestione del punto informativo presso l’Aeroporto di Bari, il Cda ha approvato la relativa scheda del bando di gara. Il progetto, inserito all’interno del protocollo d’intesa tra l’Apt e la Fondazione, prevede infatti un servizio di accoglienza, promozione e comunicazione turistica della città di Matera e della Basilicata presso l’Aeroporto Karol Wojtyła di Bari. Alla Fondazione sono affidate le spese di gestione del luogo fino alla fine del 2019 mentre l’Apt metterà a disposizione i fondi utili all’allestimento dello spazio.

In merito all’attuazione del piano di comunicazione di Matera 2019 e l’assistenza tecnica ai contratti pubblici ed al reporting, il Cda ha stabilito che si farà ricorso al sistema Mepa sia per l’individuazione di una Agenzia di Comunicazione che rediga e gestisca il piano di comunicazione di Matera 2019, sia per l’individuazione di un operatore economico che assista la Fondazione nella redazione dei contratti pubblici e nel reporting.

Il Cda ha infine approvato la realizzazione della mostra “Mater(i)a P(i)etra” a firma del fotografo, regista e scrittore Carlos Solito, che il Ministero del Turismo della Giordania coprodurrà con la Fondazione, per raccontare due luoghi, Matera e la città giordana di Petra, tanto simili e accomunati dal sistema Unesco e dalla grande attrattività turistica e culturale.