Anche il 2017 per Fidas Matera si chiude con numeri positivi. Il raggiungimento, ed il superamento, delle 1000 unità di sangue ed emocomponenti raccolte rappresentano il consolidamento dell’importante ruolo che l’Associazione svolge a sostegno del Sistema Sangue Regionale e Nazionale.”

E’ quanto comunicato dal sodalizio a consuntivo 2017 conn un comunicato stampa che prosegue:
“L’esecutivo cittadino della Fidas Matera ed i componenti dei gruppi aderenti “Fidas Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Avvocati, Carabinieri e Giuardia di Finanza oltre che i gruppi Parrocchiali di Maria Madre della Chiesa e Santa Famiglia”, esprimono grande soddisfazione per il lavoro svolto. L’impegno di tantissime persone sia a livello di volontariato che da “semplici” donatori si è concretizzato con il supporto alla struttura trasfusionale dell’Ospedale Madonna delle Grazie.

Il sangue continua ad essere l’unico farmaco salvavita che non è ancora riproducibile in laboratorio, le tantissime variabili che caratterizzano la “chiamata donatori” (influenze, allergie, grandi nevicate, norme di sicurezza stringenti) rendono il lavoro del team di volontari della Fidas Matera fondamentale per assicurare le dovute scorte agli ospedali lucani consentendo la giusta pianificazione delle attività sanitarie.

La scelta di Fidas Matera, ormai da qualche anno, è quella di strutturarsi come un Associazione Aperta meglio definita come “Casa Fidas Matera” nel quale devono trovare spazio tutti coloro che vogliono sentirsi partecipi della vita sociale della città.

Quindi non solo donazione sangue ma una vera e propria scuola di formazione civica. Nel 2017, in aggiunta, Fidas Matera ed Olimpia Basket hanno dato vita al primo esperimento di Social Partnership: il progetto è quello di fare di Matera una Capitale Europea della Cultura della Solidarietà dove il supporto di realtà fortemente radicate sul territorio e nel tessuto sociale materano come Olimpia Basket risulterà fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo principe rappresentato dall’Autosufficienza Regionale e Nazionale di Sangue.

A sottolineare l’importanza di questo progetto giunge gradita la richiesta di entrare in squadra della Sassi Volley e di sottoscrivere un protocollo d’intesa fondato sull’impegno reciproco ad assicurare attività di informazione e formazione sulla donazione del sangue, sui corretti stili di vita, sulla prevenzione e sulla coscienza civica e sociale dei materani.

Ma come recita uno storico slogan delle Associazioni dei Donatori di Sangue “la solidarietà non va mai in vacanza” per cui anche in questi giorni di festa i volontari della Fidas Matera sono al lavoro per la progettazione delle attività 2018. Il nuovo anno si presenta in modo molto particolare in quanto traghetterà l’Associazione verso il Congresso Nazionale del 2019 che si svolgerà nel mese di aprile a Matera.

Per cui tante le manifestazioni in programma a supporto delle attività di informazione e diffusione della cultura della donazione:
– In occasione della giornata della vita in febbraio Fidas Matera offrirà alla cittadinanza l’annuale “Concerto per la Vita”;
– Nel mese di marzo grande impegno sarà profuso per l’organizzazione di un Convegno medico scientifico, accreditato ECM che metterà a confronto gli attori del sistema trasfusionale e dell’associazionismo, e per la partecipazione all’assemblea regionale della Fidas ultimo banco di prova in vista dell’organizzazione dell’evento nazionale;
– Nel mese di giugno Fidas Matera si presenterà alla città con “Villaggio Fidas” una tre giorni di eventi di sensibilizzazione, divertimento e formazione alla partecipazione civica, l’evento sarà realizzato “in rete” con la collaborazione di altre 10 Associazioni del mondo del volontariato, della cultura, dello sport, e sarà di preparazione alla raccolta di sangue estiva;
– Durante tutto l’anno saranno organizzati “momenti di apertura” di casa Fidas, da corsi di formazione per il conseguimento del patentino di primo soccorso BLSD, a corsi di Caviardage, paper globe, cartapesta, pannolenci….tutti tenuti e frequentati da volontari della Fidas Matera;
– In chiusura di anno l’ormai consueta “Settimana del Donatore”

“Tanto è stato fatto ma tanto ancora c’è da fare” può sembrare una frase scontata ma rappresenta benissimo lo stato d’animo con cui la Fidas Matera saluta il 2017 e si proietta al 2 gennaio 2018 giorno in cui senza soluzione di continuità il lavoro dei volontari della Fidas e dei donatori di sangue continuerà come ogni giorno, perché c’è sempre qualcuno meno fortunato che ha bisogno di sangue.”