Con un tempismo che potrebbe apparire un tantino sospetto (nel mentre si licenzia la nuova giunta del “governissimo” che dovrebbe guidare per i prossimi anni la Città dei Sassi), il consigliere comunale eletto nella lista Matera Capitale rassegna le sue “dimissioni irrevocabili“.

Ma dal tenore della sua lettera di dimissioni non c’è traccia di polemica alcuna. Anzi, nello spiegare che l’abbandono dello scranno consiliare avviene a seguito della sua “rielezione alla Direzione del Conservatorio Duni di Matera per il triennio 2017-2020″, augura a chi gli succederà (Michele Paterino) e alla nuova giunta di ben lavorare per il successo della Città.

Ecco il testo della missiva di dimissioni di Saverio Vizziello.

 

COMUNICATO STAMPA

“Nella giornata odierna ho presentato al Presidente Angelo Tortorelli le mie dimissioni irrevocabili dal Consiglio Comunale di Matera dovute alla mia rielezione alla Direzione del Conservatorio Duni di Matera per il triennio 2017-2020.

Si tratta di un incarico impegnativo anche in previsione del processo che vede la nostra Città proiettata verso il 2019 come Capitale Europea della Cultura. Il Conservatorio Duni di Matera, massima Istituzione musicale sul territorio, è stato negli anni precedenti tra i protagonisti principali nel processo per la candidatura e per la nomina europea e punta a mantenere tale ruolo anche nel prosieguo.

Colgo l’occasione per augurare ai Consiglieri Comunali, al mio sostituto della lista Matera Capitale Michele Paterino, alla nuova Giunta comunale e al Sindaco che l’impegno sino ad ora profuso possa essere coltivato e trovare continuità, restando fortemente proteso verso le finalità sin qui condivise che coinvolgono ed interessano tutta la nostra comunità onde raggiungere insieme e sinergicamente quel “successo” a livello europeo ed internazionale che Matera e la Basilicata certamente meritano.”

Saverio Vizziello