Sopresa deludente… per i camperisti giunti a Matera nel ponte dell’Immacolata, con l’attrazione del programma del presepe vivente. L’area attrezzata di via dei Normanni non è fruibile come riporta un cartello affisso in loco sulla porta di accesso ai servizi. ” Ci scusiamo per il disagio. Ma l’area camper non è più operativa poichè il Comune di Matera non ha concesso alla cooperativa Testudo la proroga per la gestione. Per eventuali lamentele e segnalazioni preghiamo di contattatare direttamente il Comune di Matera. Grazie e scusateci per il disservizio che non è dipeso dalla nostra volontà”. Amen…Ma in una città dove il turismo ha tante mani libere,purtroppo, con gli effetti negativi che conosciamo, legati alla pratica dell’abusivismo notata anche durante il ponte dell’Immacolata. Sarebbe stato opportuno.,per l’area camper di Serra Venerdì. trovare una soluzione ponte per assicurare un servizio che ospita una categoria particolare e continua come quella dei camperisti. Davvero paradossale, tanto più che in questi giorni si tiene a Matera il raduno e l’assemblea nazionale di Confedercampeggio e in relazione agli eventi del presepe e del programma natalizio. Un disservizio che ha portato a un inevitabile e negativo passaparola e gli effetti negativi non tarderanno ad arrivare. Che l’Amministrazione comunale rimedi al disservizio trovando una soluzione ponte , temporanea, in attesa di un bando di affidamento. Ricordiamo che il 20 dicembre del 2015, l’Amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Raffaello De Ruggieri,dall’assessore ai Lavori Pubblici Antonella Prete e alla presenza dell’assessore regionale all’agricoltura Luca Braia, aveva presentato al rione Serra Venerdi l’area camper di via dei Normanni dotata di 12 posti e di servizi. Il recupero di quella funzione era stata possibile grazie a un finanziamento regionale di 80.000 euro con fondi legati al progetto ” Basilicata in camper”. La struttura venne affidata in gestione alla cooperativa Testudo, rappresentata da Arianna Di Trani. Soddisfazione da parte di tutti e sopratutto dei camperisti, ricordiamo, per uno spazio da utilizzare appieno e a ridosso di uno spazio verde. Sembrava tutto a posto e invece…la ”sopresa” dell’Immacolata per camperisti e cittadini. Di quale offerta turistica parliamo ? E’ vero, ci sono altre strutture private operative, ma quelle pubbliche devono funzionare perchè si tratta di soldi pubblici.