La ‘malannata’ come amano ripetere gli anziani ha ridotto la produzione di olio extravergine di oliva, ma quello che è in giro è di qualità e la gente sa farselo bastare, magari attingendo alle riserve dei frantoi. Ma dai periodi grigi vengono sempre fuori forze e volontà per andare avanti e per lavorare, come ha annunciato nel corso della presentazione di ” Girolio 2016” l”assessore regionale all’Agricoltura Luca Braia, alla Dop di Ferrandina, che ha nella oliva maiatica ( ottima anche al forno oltre che nei prodotti da frantoio dall’olio alla pasta di olive) la regina della tavola e della dieta mediterranea. Se son rose…e non sospiri (buoni anche quelli, ma alla conferenza stampa non li abbiamo visti) l’economia olivicola di Ferrandina (il primo territorio a intensa coltura olivicola) compirà un salto di qualità come ”capitale dell’olio di Basilicata” e di un itinerario turistico, che può coinvolgere gli altri 14 centri associati alla rete delle città dell’olio. Se ne parlerà senz’altro nella due giorni di ”Girolio”, in programma in questo fine settimana, nella città aragonese.Degustazioni, incontri, show cooking con le associazioni dei cuochi, iniziative culturali, concerti, animazione del centro storico con mercatini e allestimenti a tema di negozi e stradine per celebrare l’oro giallo di Basilicata, l’olio extravergine di oliva. La manifestazione, promossa dal Comune di Ferrandina con l’apporto di Provincia di Matera e Regione Basilicata e dall’Associazione italiana città dell’Olio, è stata presentata a Matera da Carmine Lisanti, coordinatore regionale delle Città dell’olio, nel corso di una conferenza stampa – coordinata dalla collega ferrandinese doc, Margherita Agata- alla quale ha partecipato il sindaco di Ferrandina , Gennaro Martoccia e l’assessore all’agricoltura della Regione Basilicata Luca Braia. “ Nell’anno caratterizzato da una contrazione delle produzioni-ha detto l’assessore all’agricoltura, Luca Braia- continuiamo a promuovere territorio e prodotti su scala nazionale, come accaduto a Bolzano per sette aziende del biologico lucano. Con Girolio a Ferrandina intendiamo rafforzare questo percorso con la seconda Dop di Basilicata per la oliva majatica’’. Decisi a fare di Girolio una grande opportunità di promozione per Ferrandina e per la Valbasento il sindaco Gennaro Martoccia. ” Abbiamo risorse da valorizzare -ha detto Martoccia- riannodando le fila di una tradizione, quellla del comparto olivicolo, che può portare valore aggiunto all’economia locale senza dimenticare il turismo, l’agricoltura e l’artigianato anche in funzione di Matera 2019”’. E Carmine Lisanti, coordinatore dell’Associazione ” Città dell’olio” invita a fare sistema. “Non a caso – dice Lisanti- Girolio approda per la prima volta a Ferrandina, che ha una tradizione di settore e un territorio interamente vocato all’agricoltura e all’olivicoltura. Puntare su qualità del prodotto e sull’offerta turistica. facendo rete con le altre realtà della Valbasento in primis, ma anche con il Metapontino e con Matera per il 2019, per superare una serie di gap come quelli infrastrutturali, penso sia il primo passo per ridurre l’effetto spopolamento e per creare opportunità di lavoro”’ E veniamo a ”Girolio”-Madrina della manifestazione sarà la scrittrice Francesca Barra. Tra i momenti di attrazione dell’evento,che contribuirà a far conoscere ulteriormente l’oliva majatica di Ferrandina, figurano approfondimenti tematici su “Territorio, paesaggio e alimentazione” a supporto della dieta mediterranea e delle attrazioni turistiche dei luoghi. Tra queste la compagnia la lettura di poesie della compagnia Senzateatro, letture di poesie in vernacolo e la conoscenza di percorsi turistici alla scoperta delle bellezze del territorio, a cura delle Associazione New Age – Pensiero Attivo. Spazio anche ai bambini con un corso a loro dedicato sulla conoscenza dell’olio extravergine di oliva, allo lo show cooking “Dieta Mediterranea e olio extravergine d’oliva” a cura del team dell’Unione Regionale Cuochi Lucani con la presenza di Giuseppe Russi Medaglia d’oro alle Olimpiadi della cucina di Erfurt 2016 (Germania). La due giorni (per i dettagli del programma basta contattare gli organizzatori o sfogliare il webe i social) si concluderà con il concerto in piazza dei Tarantolati di Tricarico. Le città dell’ olio in Basilicata sono otto in provincia di Matera e sette in quella di Potenza. In Basilicata sono 27000 gli ettari coltivati a oliveto, il 63 per cento dei quali in collina, e 5 milioni le piante a dimora. Le aziende olivicole sono 32.000 e 154 i frantoi. Nel 2014 la produzione di olio è stata di 5996 tonnellate. Un patrimonio da valorizzare.girolio-2-1

girolio-2-2