Sulle onde del folk, dalla musica country di Nashville capitale del Tennessee a quella dei Peloso Folk di Irsina, nella città di provenienza dei loro padri con l’impegno di tornarci e viverci il più possibile. E così una famiglia affiatata di Irsinesi di Oltreoceano di varie generazioni ha acquistato una vasta ala, quella privata, di Palazzo Nugent che è un po’ il ”biglietto” da visita del centro storico della città di Sant’ Eufemia. Un edificio dagli antichi fasti,a due piani, ubicato in piazza Garibaldi, di proprietà di un generale austriaco, e abitato fino al secolo scorso dalla contessa Margherita. Poi il degrado con l’intervento della Provincia, che ne possiede una parte, e che intende completare i lavori non appena giungeranno altre risorse. Agli irsinesi di Nashville il compito di recuperare la parta privata, per tornare e vivere a Irsina per lunghi periodi. E non sono i soli. Soddisfatto il sindaco Nicola Morea che si appresta a utilizzare la dizione trilingue per la toponomastica cittadina: italiano, irsinese e inglese. ” Gli arrivi di stranieri che si sono innamorati e prendono casa a Irsina sono tanti- commenta. Il che ci fa piacere sul piano culturale e produttivo. Senza dimenticare come sta avvenendo per la cultura maori, che ha portato a Irsina e a Matera rappresentanti del Nuovo Mondo. Ora tocca a Nashville e agli States. Noi siamo pronti. Quanto a Palazzo Nugent auspichiamo un pieno e totale recupero in tempi brevi. Da parte nostra abbiamo restaurato un arco che è accanto e valorizza l’ingresso al centro storico”.  E per festeggiare l’arrivo degli irsinesi di Nashville non sarebbe male organizzare un evento country (chitarre, banjo, cappelli, birra) con la musica folk irsinese.