Dopo gli ultimi e luttuosi eventi sismici e meteorologici che hanno riguardato gran parte del territorio nazionale, il presidente della Sezione Edili di Confapi Matera, Claudio Nuzzaci, ha chiesto un incontro al Commissario Straordinario per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico per la Regione Basilicata, Marcello Pittella, al Soggetto Attuatore Delegato, Donato Viggiano, e all’assessore alle Infrastrutture, Nicola Benedetto.

“Con riferimento –scrive Nuzzaci in un comunicato stampa– al programma degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, i cui primi appalti dovrebbero essere banditi a breve, le imprese locali manifestano la disponibilità a essere coinvolte, nelle forme opportune di legge, nelle opere di prevenzione di cui necessita il territorio lucano.”

In particolare,  Nuzzaci intende valutare con il Commissario Straordinario e la Regione Basilicata la possibilità di mutuare un’intesa sottoscritta lo scorso luglio dalla Regione Liguria, volta a tracciare le linee di indirizzo per la preparazione dei bandi di gara della stazione appaltante regionale e dei Comuni liguri, in modo da tutelare le imprese e i lavoratori locali mediante la richiesta di determinati requisiti come, per esempio, una stabile unità operativa dell’impresa nel territorio regionale, il sopralluogo obbligatorio del titolare dell’azienda e simili.

“Riteniamo infatti – scrive il presidente degli Edili di Confapi Matera – che un accordo del genere possa contribuire a sostenere un settore duramente provato dalla crisi, quale quello delle costruzioni in Basilicata, oltre a permettere di affidare a imprese di comprovata esperienza e professionalità gli importanti e necessari interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico del nostro martoriato e fragile territorio.

L’azione del Commissario Straordinario per la Basilicata, da un lato, e quella dei Comuni beneficiari dei contributi per interventi anti-dissesto, dall’altro, rivestono un’importanza strategica soprattutto alla luce dei tragici sconvolgimenti della natura che hanno riguardato la Penisola da Nord a Sud.

Solo il Commissario Straordinario ha in programma nei prossimi mesi 61 interventi da appaltare, relativi alle alluvioni, all’erosione della costa e alle frane, cui seguiranno altri 16 interventi di mitigazione del rischio idrogeologico. Le imprese locali dunque possono contribuire efficacemente all’azione di contrasto delle calamità naturali in Basilicata, il cui territorio è in forte dissesto.”