…Naturalmente rimpatriata o ”adunata” , come si diceva in tempo quando il servizio militare di leva nel Bel Paese era obbligatorio. Poteva piacere o no, ma era una scuola di vita, consentiva di conoscere giovani di altre regioni, di confrontarsi sul come sbrigarsela quando si lascia la famiglia e di mettere la testa a posto, senza dimenticare la prevenzione sulla salute. E poi l’amicizia che resta per sempre. Ed è quella che hanno mantenuto, cercandosi invano per tanto tempo, il materano Luca Gagliardi e il torinese Giacomo Pignatelli,classe 1953, commilitoni alla caserma Damiano Chiesa di Trento dal 1973 al 1974. La foto che riportiamo è il segno di quell’incontro, cominciato lo scorso anno quando Giacomo passò da Matera dopo una vacanza in Puglia e poi ricambiata da Luca quest’anno nella capitale sabauda, dove vivono alcuni parenti. ” A raccontarla – dice Luca Gagliardi, che non nasconde un pizzico di emozione- sembra una storia di altri tempi. A pensare che per tanti anni, quando internet non esisteva, mi recavo a Torino da mia sorella e passeggiavo per corso Traiano- dove ricordo che abitava- nella speranza di incontrarlo. Ma si era trasferito altrove e mi sono limitato ai quattro passi. Poi l’arrivo di internet, della pagina facebook ma con Nicola, direttore commerciale in pensione, non era possibile interloquire in quanto non è sui social. Ci sarebbe voluta una trasmissione come ” Carramba che sorpresa!” per ritrovarci…Ci ha pensato il caso e la curiosità della signora Rosa Maria, moglie di Giacomo, a darci una occhiata…e a trovare il mio recapito telefonico. Poi un giorno la telefonata a casa, presa da mia moglie, con Pignatelli dall’altra parte del filo. Una emozione irripetibile. Non pareva vero e così ci siamo visti al Civico 2, a Piccianello, e la vita di Caserma di 45 anni fa è venuta fuori con nomi, episodi e tanti ricordi. Lui era in fureria e io ero un semplice soldato, desideroso di tornare a Matera distante centinaia di chilometri”. Poi il pranzo in un locale della tradizione culinaria materana, che Nicola continua a prenotare- grazie a Luca – e a consigliare per i tanti amici piemontesi che vengono a Matera. Finita? Le vecchie “spine” che hanno lasciato la “stecca” ad altri… si sono rivisti a Torino e hanno colto l’occasione per contattare alcuni ex commilitoni. Tra questi Giovanni ”Giuannin” Crosetto che vive nel cuneense e alleva mucche, ne ha 400. La sua,infatti, è una passione coltivata sin dal servizio militare di leva. Luca e Nicola,comunque, hanno rintracciato un primo nucleo di ex commilitoni per la rimpatriata -adunata di Matera 2019, come Mario Rumiod che vive in Valle d’Aosta, immerso nella pace della Vallèe, Tommaso Palagiano di origine tarantine che vive alle Canarie. Gli ex commilitoni della ex ”Caserma Damiano Chiesa” sono allertati. Alza Bandiera a Matera in piazza Vittorio Veneto. Non mancate.Nel programma visita alla città con Luca, ancora al lavoro, ed ex guida turistica della Prima Repubblica. Foto di rito e ricordi e brindisi a tavola, con la genuina cucina materana. Anche questo è turismo…