Una giornata piena, dal pomeriggio dell’11 fino alla tarda mattinara del 12 luglio, è bastata agli esperti della commissione di inchiesta inviata a Matera, presso la Asm, dal ministro della Salute Giulla Grillo per verificare e “accertare se, e in quale misura, in conseguenza delle vicende giudiziarie che stanno interessando alcune strutture sanitarie della Regione,siano stati commessi reati contro la Pubblica amministrazione e impedimenti nell’erogazione dei servizi sanitari ai cittadini”.

Gli esperti, accompagnati dai Nas, hanno ascoltato dirigenti, referenti di servizi e chiesto documentazione che serviranno per approfondire argomenti e relazionare al ministro Giulia Grillo, che ha annunciato una visita in Basilicata nei prossimi mesi.

Nulla come era logico attendersi sull’esito del lavoro della commissione. Si attendono evoluzioni nei prossimi giorni sulla adozione di eventuali provvedimenti e misure.

Al lavoro anche una commissione ispettiva della Regione Basilicata, presentatasi contemporaneamente agli ispettori del Ministero.

Due percorsi diversi, ma con il comune obiettivo di far luce sugli aspetti sollevati dall’inchiesta ” Suggello” attivata dalla Procura della Repubblica e dal Comando provinciale della Guardia di Finanza di Matera, che potrebbe avere ulteriori sviluppi.