Sono l’anima della Grafica di via Sette Dolori da 40 anni e passa e siamo certi che il loro entusiasmo continuerà a contagiare giovani, appassionati italiani e stranieri per il resto del secolo… Con la inaugurazione della mostra ” Incisione in festa” i due ragazzi… salentini e materani di adozione, Antonio Rizzelli e Vittorio Manno, hanno confermato che umiltà, passione e tanta preparazione sono il segreto di un successo che consente a Matera e al suo territorio, quando in via Sette Dolori c’erano degrado, erbacce e poca attenzione per la grafica, di raccogliere consensi e apprezzamenti internazionali anche nel settore della grafica. Siamo testimoni dei tanti allievi-ospiti che si sono avvicendati nel ‘Laboratorio” indossando camici, ”inquacchiandosi” le mani per tirare fuori dalle lastre quelle incisioni che sono diventati piccoli e grandi capolavori ormai apprezzati e quotati.E quello che colpisce scorrendo i lavori o leggendo i nomi, di quanti sono passati dalla libera università della grafica di via Sette Dolori, è l’umiltà nel ripiegarsi su tecniche che richiedono costante applicazione.E ora al lavoro per altri traguardi. A materani e turisti l’invito a visitare la mostra e a incontrare l’equipe della Grafica, in via Sette Dolori nel Sasso Barisano, presso la sede del Distretto del Mobile Imbottito. C’è tempo fino al 30 novembre…

Incisione in festa tra ricordi e contenuti

Con questa iniziativa la Grafica di via Sette dolori aderisce alla Giornata del contemporaneo, che dal 2005 AMACI (Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani) dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico.

Incisione in festa, perché quanto è offerto al pubblico in questa esposizione è il frutto di una serie di mostre e di laboratori, che l’Associazione incisori Grafica di via Sette dolori di Matera si è voluta regalare in occasione dei suoi primi 40 anni di attività.

Partendo da ottobre 2016 sino a luglio 2017, sono state allestite 9 mostre, in un ciclo intitolato Matera e l’incisione in Italia oggi, e due corsi intensivi. I dieci maestri invitati a esporre sono stati scelti per la particolarità delle loro tecniche incisorie e per l’uso di differenti supporti: Alfredo Bartolomeoli, Marina Bindella, Maurizio Boiani, Vladimiro Elvieri, Gianni Favaro, Bonizza Modolo, Guido Navaretti, Roberto Tonelli, Chiara Toni e Roberta Zamboni. In occasione delle loro mostre personali, i maestri si sono intrattenuti con classi di studenti in visita all’esposizione, per chiarimenti sull’uso dei materiali e delle tecniche usate.

I laboratori, condotti dai maestri con grande professionalità, hanno attratto corsisti non soltanto materani,ma anche provenienti dalla Basilicata e da altre regioni italiane. Alfredo Bartolomeoli ha diretto il corso intensivo di 48 ore, dedicato alla Xilografia, che è stato frequentato da 12 allievi. Marina Bindella ha diretto il corso intensivo di 48 ore, intitolato Dalla xilografia al libro d’artista (con l’uso dei caratteri mobili), al quale hanno partecipato 12 allievi.

La mostra, che è stata realizzata anche grazie al contributo della Regione Basilicata e alla disponibilità del Distretto del Mobile imbottito, ospita le opere dei maestri incisori e le opere prodotte dai corsisti.

Tutti i lavori in mostra sono stati donati alla collezione di stampe dell’Archivio della Grafica di via Sette dolori, riconosciuto di interesse storico particolarmente importante dalla Soprintendenza Archivistica e Libraria di Puglia e Basilicata con decreto n. 1652 del 24 luglio 2017.

Apre il catalogo una testimonianza di Guido Strazza: “Quarant’anni!…per la Grafica di via Sette dolori non sono solo un tempo ma una messa a punto, la firma su di una prova definitiva, il “bene si stampi” per una tiratura iniziata quaranta anni fa.

Come ogni segno è memoria e progetto di altro segno, così questi primi quarant’anni di lavoro della Grafica di via Sette dolori lo sono di un pensiero / incisione / stampa che all’inizio ho controfirmato.

E lo ricordo ora perché non posso non ricordare, con commozione, il mio primo arrivo a Matera, insieme a Giulia Napoleone, su di una vecchia Renault 4, persi tra i Sassi senza saperci orientare per trovare lo studio di Vittorio Manno e Angelo Rizzelli […]. Lavorammo insieme, organizzammo corsi pubblici, mostre… fu l’inizio di una ormai antica amicizia con loro e con Matera”.

 

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, 9:00-12:00 e 16:00-19:00; il sabato su appuntamento.