Ci voleva eccome una pulita a fondo, con il potente getto di una idropulitrice, per rimuovere sedimenti,incrostazioni e altra sporcizia dal fondo e dalle strutture che delimitano la vasca della fontana, di epoca ferdinandea di piazza Vittorio Veneto. Il personale del Comune di Matera ha provveduto con una pulizia a fondo, dopo aver transennato la zona. E il risultato, come si dice di solito …è come passare dalla notte al giorno. La cosa è stata salutata positivamente da cittadini e turisti. E qualcuno ha pensato tra buona fede e ironia che occorreva disinfettare la vasca dopo il bagno ”abusivo” di un immigrato irregolare ( o illegale se preferite) beccato dalla Polizia. Sorrisi a parte l’intervento degli operatori del servizio di igiene urbana ha stimolato richieste e auspici, affinchè la pulizia possa essere estesa ad altre strade e marciapiedi del centro, dove le incrostazioni di sterco , alimenti e via ”nauseabbondando” hanno creato una patina scura e poco igienica. Servono spazzatrici e idropulitricieper lavare a fondo le strade,a causa della notevole presenza di turisti, veicoli e di animali in tour un po’ ovunque. A questo aggiungiamo la maleducazione di sempre. Non sono mancate le proposte provocatorie e surreali, come quelli di far nuotare pesci rossi e della varietà ”spazzino” nella vasca della fontana per tenerla pulita. Siamo pazzi? Ma non volete che qualche buontempone, sfidando le telecamere, non li peschi al momento…per l’acquario di casa? Lasciamo perdere e pulizia e vigilanza periodica. Il gesto di un accaldato clandestino o di un turista potrebbe riprendersi, anche per rinfrescare bibite o angurie….