Francesco Fiore, a nome del Movimento culturale Ora di Altamura, ha diffuso il comunicato stampa che segue in cui si manifesta delusione per l’atteggiamento della nuova amministrazione cittadina rispetto alla vicenda della Valle dei Dinosauri e più in generale per la difesa e valorizzazione del patrimonio culturale locale.

Ma ecco il testo integrale del documento:

Avevamo auspicato un’ Amministrazione in discontinuità con le ultime, con nuove figure e nuove energie e che, anche il fare consolidato della politica nostrana potesse riappropriarsi di virtù ormai desuete.

Un linguaggio che avrebbe agevolato un’accelerazione verso le grandi sfide a cui, qualora si fosse creato il giusto afflato, visto l’immenso potenziale, la Città e il Territorio avrebbero potuto ambire.

Dalle prime battute del nuovo Governo cittadino, invece, si percepisce un completo allineamento alla condotta di quelle Istituzioni, come il Segretariato Regionale Mibact (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) e la Sovrintendenza pugliese, i quali, per quasi un ventennio, hanno permesso che crimini di questo tipo lacerassero irreversibilmente la singolare unicità della nostra Terra: la Valle dei Dinosauri a Cava Pontrelli è sotto gli occhi di tutti.

E’ altrettanto evidente che la nuova Sindaca stia ripercorrendo pedissequamente i passi del suo predecessore Forte, al quale, ella stessa, dagli scranni dell’opposizione e per gli stessi motivi, aveva volto violente critiche durante la scorsa legislatura.

Trattandosi di Patrimonio dell’Umanità, La Valle dei Dinosauri come l’Uomo di Altamura e l’Area Parco Nazionale, non possono essere argomenti da trattarsi solo tra “compagni” di merenda.

Non ci si può arroccare nel palazzo e con le finestre serrate, permettere ai ricercatori romani del “Karst”, progetto già avallato dalla stessa Sovrintendenza e finanziato dal Miur (Ministero Istruzione, Università e Ricerca), di asportare e delocalizzare parte o l’intero scheletro del neanderthal più antico e meglio conservato del pianeta.

E poi, oltre al milione di euro circa che si parla in questi giorni (provenienti dal Mibact , necessita ricordare gli ulteriori 3,5 milioni di euro destinati (dal “Patto per Bari” – Città Metropolitana di Bari) alla promozione e valorizzazione del sito ad orme di dinosauri, che, sebbene fossero già da due anni a disposizione del Comune di Altamura, ad oggi, non risulta ci sia nessun progetto.

Il 24 giugno scorso, a seguito del ballottaggio per le amministrative, circa 16 mila altamurani, con il proprio voto, hanno conferito alla Dottoressa Rosa Melodia i “superpoteri” da Sindaco della Leonessa di Puglia e a quasi tre mesi dalla sua elezione ancora non conosciamo le voci, le idee e tantomeno il percorso che l’Amministrazione cittadina intende seguire per le grandi tematiche culturali e turistiche.

Il treno del 2019 l’abbiamo oggettivamente perso. Ci aspettiamo un netto e deciso cambio di marcia prima che il gap diventi incolmabile.”

Altamura, 12 settembre 2018

Francesco Fiore

Movimento Culturale “ORA”