C’è poco da ridere o da rovistare nell’album dei ricordi sulla linea del noto successo di Domenico Modugno ” Piange il telefono”…ma un bel po’ di famiglie del rione Piccianello, quelle che risiedono a ridosso del cantiere di demolizione degli edifici di via San Pardo,  dallo scorso venerdì – da quanto ci hanno riferito gli stessi cittadini- non possono telefonare o usare internet. E questo a causa di una imprevista tranciatura di un cavo telefonico, che serve la zona, e posizionato a ridosso di una delle pareti dell’edificio in demolizione. Disagi composti, ma finora la situazione non è mutata. Il problema è stato segnalato alla Telecom, proprietaria della rete, ma sulla quale passano altri gestori, per gli interventi del caso. Si attende il ripristino ma non si conoscono i tempi di soluzione. “Qualche giorno? -commenta Vito Evangelista, residente storico di Piccianello e tra i danneggiati dalla tranciatura del cavo telefonico..Mo’ arriva la festa della Bruna. Si risolve prima o dopo ? Attendiamo accanto ai miracoli  soprattutto certezze. Sta di fatto che abbiamo subito danni e disagi. Non è possibile”. La domanda ricorrente è la stessa: Si poteva evitare? Il telefono,intanto, tace…e il modem è spento.