Non è frequente, anzi,vedere tanti giovani gremire la Mediateca, per guardarsi intorno sul che fare per tutelare e valorizzare la Basilicata e,magari, trovare occupazione. L’occasione è stata offrta dalla la presentazione di un progetto ” a’ Naca” incentrato su sostenibilità ambientale e valorizzazione del patrimonio archeologico. Una iniziativa organica scaturita di un accordo sottoscritto da Regione Basilicata con Eni su diverse tematiche, con un coinvolgimento a caduta su Comuni e sull’Università di Basilicata, tra sostenibilità e monitoraggi. Progetti concreti e tanti spunti per continuare con ”a”Naca, come dimostra la foto scattatata da materasocial.it

COMUNICATO STAMPA
“Sostenibilità ambientale e valorizzazione del patrimonio archeologico. Buone
pratiche per lo sviluppo del territorio”. Presentato a Matera il progetto “a’Naca
Basilicata. Orizzonti sostenibili”
Matera, 13 giugno 2018 – Si è svolta a Matera, presso la Mediateca Provinciale “A. Ribecco”,
la prima Work Conference sul tema “Sostenibilità ambientale e valorizzazione del
patrimonio archeologico. Buone pratiche per lo sviluppo del territorio”, organizzata
nell’ambito del progetto “a’Naca Basilicata. Orizzonti Sostenibili”, deliberato dalla Giunta
della Regione Basilicata con DGR 1490/2014 e realizzato dalla Fondazione Eni Enrico Mattei
(FEEM).
Alla presentazione sono intervenuti Raffaello Giulio De Ruggieri Sindaco di Matera, Cristiano
Re, responsabile Progetti Territorio FEEM, Luigi Milella, professore presso il Dipartimento di
Scienze dell’Università degli Studi della Basilicata e responsabile del progetto “Monitoraggio
delle Acque Marine Costiere e Profonde in Basilicata”, Michele Greco, referente scientifico
del progetto “MATER” (C.G.I.A.M.), Francesca Sogliani, direttore della Scuola di
Specializzazione in Beni Archeologici di Matera e responsabile del progetto “CHORA”,
Stéphane Verger, direttore dell’ École Pratique des hautes Études di Parigi, Marco Fabbri,
dell’Università di Roma Tor Vergata, Roberto Cifarelli, assessore alle politiche di Sviluppo,
Lavoro, Formazione e Ricerca della Regione Basilicata.
“a’Naca Basilicata” è il marchio ombrello che raggruppa i progetti realizzati con i fondi
derivanti dall’accordo di programma siglato tra Eni e Regione Basilicata nel 2014 per
l’erogazione delle annualità pregresse del Protocollo di Intenti del 1998.
Si tratta di 42 progetti, che coinvolgono tutti i 131 Comuni della Basilicata, 57 Enti Pubblici,
6 Organismi di Volontariato, 29 Scuole, 12 Fondazioni, 12 Università e 6 Enti di Ricerca. I
progetti si avvalgono di 171 partner, di cui 30 internazionali, e si sviluppano su 5 aree
tematiche – “Salute e sicurezza alimentare”, “Turismo”, “Ambiente”, “Formazione”,
“Cultura e Sviluppo Sociale” – accomunate dall’elemento “Innovazione”, vero motore
propulsivo delle idee dei progetti.
Nel corso della Work Conference sono stati presentati tre progetti, appartenenti alle aree
tematiche “Ambiente” e “Turismo”, di grande impatto sul territorio e di valenza internazionale.
Il progetto “Monitoraggio delle Acque Marine Costiere e Profonde della Basilicata”,
attraverso una metodologia innovativa, analizza le alghe e i poriferi (le spugne) presenti nei
mari della Basilicata per determinare lo stato di salute e la qualità ambientale delle acque,
www.anacabasilicata.it
anacabasilicata@gmail.com
utilizzandoli, allo stesso tempo, come fonte straordinaria di nuovi composti alla base di
farmaci per la cura di alcune malattie.
Anche il progetto “MATER” è rivolto alla tutela dell’ambiente: attraverso un sistema basato
sulla raccolta dei dati provenienti dai satelliti che osservano la Terra 24 ore su 24,
indipendentemente dalla copertura nuvolosa, è possibile stimare le variazioni
geomorfologiche della costa, per prevenire e migliorare gli interventi sulle problematiche
ambientali delle coste lucane.
Il progetto “CHORA” rientra nell’area tematica “Turismo” e unisce le linee della formazione,
della ricerca, della valorizzazione e della comunicazione attraverso la realizzazione di scavi
nei più importanti siti archeologici della Basilicata, di poli museali all’aperto, di percorsi
tematici e spazi dedicati agli studenti, per stimolare una partecipazione condivisa della
comunità civile per la conoscenza e la fruizione del ricchissimo patrimonio archeologico e
storico regionale.
Il team di “a’Naca Basilicata” ha presentato il progetto di comunicAzione che punta, con un
portale web www.anacabasilicata.it, una costante attività sui social media, iniziative
pubbliche, conferenze e incontri sul territorio, a valorizzare e sostenere la Basilicata, in Italia
e all’estero, comunicarne le potenzialità nell’ottica della trasparenza e del dialogo e
divulgarne le buone pratiche. Il sito, contenitore dinamico delle attività dei progetti, è luogo
ricco di informazioni e di contenuti multimediali, costantemente aggiornato sugli eventi
collegati ai progetti sul territorio ed in continua evoluzione.