“E’ un film che racconta della tenacia, della determinazione che ti aiuta a cambiare le cose senza attendere che qualcuno le cambi per te”.  E’ questa l’opinione di Luca Barbareschi, titolare della Casa di Produzione del film in uscita domani in tutta Italia, “The startup” di e con Saverio D’Ercole  un materano, uno dei tanti che hanno saputo vincere le sfide di chi, nato al Sud e deve spostarsi per poter trovare lavoro.

L’ultima sfida è un film per il cinema, dal titolo “The startup”, di cui firma anche il Soggetto che sarà programmato al Cinema Comunale di Matera,Venerdì  sera 7 aprile.

The startup è, un film, basato su una storia vera, che vede tra i protagonisti reali della vicenda narrata anche un giovane materano, Giuseppe Iacobucci (che nel film però è interpretato da un bravissimo attore romano). È un film sulla speranza di farcela, trattato magistralmente dalla regia di Alessandro D’Alatri. Un film “diverso” rispetto a quello che offre il panorama del nostro cinema. È un opera che non ha attori di spicco, anche se il cast è di altissimo livello qualitativo. Ci auguriamo di cuore che questo non costituisca un handicap in un sistema distributivo come quello italiano, che pone uno sbarramento in base ai biglietti staccati nella prima settimana di proiezioni e che determinano il successo di un film.racconta la storia di un diciannovenne che realizza il sogno di tutti i ragazzi di oggi: avere un’idea vincente che ti fa svoltare! Un’idea che lo proietta nel mondo che conta ma che rischia anche di spingerlo a tradire le sue origini, i suoi amici, la sua ragazza … Perché il mondo degli adulti, del lavoro, dei soldi, rischia di travolgerti. Ma vale la pena realizzare il proprio sogno se poi ti guardi indietro e ti accorgi che sei rimasto solo? Ha senso guadagnare il mondo ma perdere se stessi?”.

Il film tratta, in maniera delicata, ma avvincente, le vicende di Matteo, un ragazzo della periferia di Roma del 1992 che ha subito sulla sua pelle alcune ingiustizie durante il periodo del liceo: dal licenziamento del padre alle mancate convocazioni alle gare di nuoto nonostante i meriti sportivi. Nel 2012 lancia la sua startup, Egomnia, investendo parte dei soldi della liquidazione del padre mentre inizia il suo percorso universitario a Milano. Una startup è un’azienda appena nata, infatti, vengono chiamate con questo termine le aziende che hanno meno di 3 anni di età. Solitamente il processo di creazione e di sviluppo di una startup segue diversi passaggi importanti ma nessuno di essi può prescindere dal primo e più importante: la nascita di un’idea innovativa. Egomnia.com è un portale che mette in contatto in modo meritocratico i ragazzi in cerca di opportunità lavorative con le aziende. Un progetto ambizioso che viene promosso dai suoi coetanei che vedono in Egomnia un valido strumento per l’Italia per combattere i favoritismi e la disoccupazione giovanile. Oggi Egomnia conta oltre 850 mila iscritti e 1.200 aziende clienti tra cui Microsoft, Vodafone, Generali, Heineken ed Ericsson ed ha messo in contatto con le aziende oltre 60.000 ragazzi italiani. Il sogno di Matteo si sta realizzando dimostrando a tutti i giovani che con la tenacia, l’impegno e un pizzico di fortuna, tutto sia possibile.

Egomnia ha sede a Matera dove insieme con Giuseppe Iacobucci, lavorano una ventina di ragazzi materani.

 

Note sull’autore:

Studente eccellente, attore talentuoso, dopo gli studi al DAMS di Bologna e dopo qualche apparizione in trasmissioni della nascente TRM (qualcuno ricorderà le imitazioni di Massimo Troisi) Saverio, è dovuto andare fuori per riuscire ad esprimere il suo talento. Nella capitale ha coronato il suo sogno, quello di un lavoro nel mondo fascinoso del cinema e della televisione. Prima con la Lux Vide di Bernabei ed attualmente con la Casanova di Luca Barbareschi, Saverio ricopre il ruolo di responsabile per le fiction ed ha firmato come, produttore creativo, diversi importanti progetti (tra gli altri: “Guerra e Pace”, “Cocò Chanel”, “Sant’Agostino”, “Adriano Olivetti” “Mennea”…

Saverio D’Ercole assisterà alla proiezione al Comunale e sabato mattina 8 aprile farà un incontro con alcuni studenti materani.