Le cassette postali, all’interno e all’esterno dei condomini, traboccano di volanti pubblicitari tanto che …finiscono per terra insozzando strade e marciapiede. Qualche volta è colpa del vento, ma nella maggior parte dei casi sono vandali e maleducati che si divertono a sporcare. La foto che pubblichiamo è eloquente. Ci vorrebbero educazione  e sanzioni. Ricordiamo una vecchia ordinanza emanata dall’ex comandante della Polizia Municipale., Franco Pepe, che non ebbe seguito per motivi logistici e di opportunità. Ma qualcosa va fatto per contrastare il problema. Tanto più che tasche e portafogli hanno raggiunto il fondo o quasi e il 2018 non promette nulla buona sul piano delle scadenze fiscali e delle imposte. Ormai siamo spremuti come limoni o quasi e l’invito a comprare al massimo ribasso prodotti per cene, pranzi di capodanno, regali per la befana e via elencando, devono fare i conti con il caro bollette per gas e luce, che si affiancano alle ”quattro settimane” per la telefonia. Arriva il ”folder” sulle imposte e sulle scadenze del primo trimestre? Sarebbe il colmo!Ma con le teste gloriose e sciagurate che guidano il Belpaese c’è da aspettarsi di tutto…altro che dematerializzazione della carta.