È stato presentato ieri sera a Guardia Perticara, nel corso di un incontro pubblico presso la Saletta comunale in viale Principe Umberto, “Scenario Tempa Rossa”, il progetto di baseline ambientale e socio territoriale dell’area mineraria di Gorgoglione.

Un incontro per illustrare un nuovo ed importante progettoha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Francesco Pietrantuonoma soprattutto un momento di raccordo con le comunità locali per recepire un richiamo alla partecipazione in una fase in cui gli strumenti in campo sono utili a monitorare un po’ tutti gli aspetti dell’area. Siamo qui per raccogliere ulteriori suggerimenti di indagini sia in termini territoriali, di aree su cui fare ulteriori rilevazioni, oppure di campionamenti, ma soprattutto a recepire aspetti percepiti come particolari difficoltà”.

È un incontro – ha aggiunto Pietrantuono – in cui proviamo a spiegare quello che è in campo e tentiamo a raccontarlo in maniera più facile, con la speranza di recepire elementi ulteriori che possono essere sfuggiti nella costruzione di indagini che hanno una complessità notevole”.

Il progetto, promosso da Regione Basilicata, finanziato da Total ed affidato ad un team di ricercatori e tecnici altamente qualificati, prevede la raccolta e l’analisi di dati ambientali, sociali ed economici relativi all’area della concessione mineraria prima dell’inizio delle estrazioni, informando costantemente cittadini, istituzioni locali, imprenditori e forze sociali che operano in tale area e ponendosi come punto di riferimento verso i monitoraggi previsti in fase di estrazione.

Analisi di documenti, dati statistici, dialogo con la popolazione, 50 aree di campionamento per flora, vegetazione ed habitat, 42 stazioni di rilevamento licheni, 10 stazioni per ecosistemi forestali, 242 punti di campionamento e 722 rilievi zoologici, 50 aree di campionamento per produzioni agricole e zootecniche, centraline mobili per rilevamento qualità dell’aria sono alcune delle operazioni previste da “Scenario Tempa Rossa”.

13 i comuni compresi nell’area del giacimento “Tempa Rossa”: Gorgoglione, Corleto Perticara, Guardia Perticara, Anzi, Laurenzana, Castelmezzano, Cirigliano, Pietrapertosa, Stigliano, Accettura, Armento, Missanello, Aliano.

Nel corso dell’incontro, il Direttore Generale del Dipartimento Ambiente Carmen Santoro ha portato un focus sulla storia della concessione di Gorgoglione, sulle numerose e significative prescrizioni previste dalla Regione secondo una politica di salvaguardia ambientale e sanitaria e sull’esecuzione del Progetto di Baseline ambientale, articolato in: definizione del contesto ambientale, creazione di un inventario naturalistico, caratterizzazione socio ambientale, partecipazione e condivisione.

La partecipazione da parte dei presenti è stata proficua –ha detto l’assessore– e ha prodotto alcune indicazioni che verranno inserite all’interno del progetto. Tra queste il suggerimento inerente la possibilità di poter partecipare ad alcune delle fasi di campionamento al fine di acquisire elementi da parte delle popolazioni su metodi e criteri utilizzati durante i campionamenti. Auspichiamo che nei successivi incontri la partecipazione e l’attenzione cresca perché questo è il momento per porre in essere quanto possibile al fine di acquisire ogni informazione utile prima della partenza del centro Oli Total. Noi da parte nostra abbiamo costruito percorsi e strumenti per poter garantire la massima partecipazione a tutti coloro che hanno a cuore le sorti dell’area e dell’intera regione con la speranza di un confronto positivo e propositivo non sprechiamo questa occasione

On line il sito http://www.scenariotemparossa.it e l’email scenariotemparossa@regione.basilicata.it per recepire proposte

Sono previsti incontri analoghi con i cittadini anche in altri comuni.